il network

Lunedì 06 Aprile 2020

Altre notizie da questa sezione

Blog


29 gennaio 1966

Precipita a Brema bimotore della Lufthansa

9 italiani tra le 46 vittime

Precipita a Brema bimotore della Lufthansa

Sono gli azzurri del nuoto: Bianchi, De Gregorio, Rora, Chimisso, le ondine Longo, Massenzi e Samuele l'allenatore Costoli e il telecronista Saplo

Un bimotore «Convair» della compagnia tedesca Lufthansa è precipitato questa sera mentre iniziava la manovra di atterraggio all'aeroporto di Brema. Non vi sono superstiti fra i 42 passeggeri ed i 4 membri dell’equipaggio.

L’apparecchio, in servizio sulle linee interne, era partito da Francoforte e si accingeva ad atterrare a Brema poco dopo le 19 (ora italiana), sotto una insistente pioggerella ma in buone condizioni di visibilità. Doveva proseguire per Amburgo. L’apparecchio tuttavia ha toccato terra circa 500 metri oltre la pista d’atterraggio, ed è esploso incendiandosi.

Sul «Convair» precipitato viaggiava anche un gruppo di italiani, i componenti cioè della squadra di nuotatori azzurri che avrebbe partecipato al meeting in programma nella città anseatica.

Le salme italiane identificate sono quelle di Paolo Costoli (allenatori), Carmen Longo (R. N. Bologna), Luciana Massenzi (A. S. Roma), Bruno Bianchi (C. S. Fiat), Sergio De Gregorio (A. S. Roma), Amedeo Chimisso (Mestrina Nuoto), Chiaffredo Rora (C. S. Fiat) e Daniela Samuele (nuotatori). Inoltre tra le vittime c'è il telecronista Nico Sapio.

Nico Sapio era nato 37 anni fa a Novara, dopo aver collaborato alla RAI per cinque anni, nel 1959 divenne giornalista, specializzandosi poi nelle telecronache di nuoto, pallanuoto e rugby. Seguì come telecronista le Olimpiadi di Roma e quelle di Tokio.

28 Gennaio 2020