il network

Venerdì 23 Agosto 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


14 luglio 1950

Truman ai giornalisti: Gli Stati Uniti non sono mai stati battuti
Gli eserciti americano e rosso si preparano alla battaglia del Kum

Truman ai giornalisti: Gli Stati Uniti non sono mai stati battutiGli eserciti americano e rosso si preparano alla battaglia del Kum

Truman ai giornalisti:
Gli Stati Uniti non sono mai stati battuti e sapranno vincere anche questa volta

Nel corso della sua conferenza stampa settimanale, il presidente Truman ha dichiarato che gli Stati Uniti non sono mai stati battuti nel corso della loro storia e non lo saranno mai. La testa di ponte in Corea sarà certamente tenuta e l'invasore verrà respinto al 38° parallelo. Solo in quel momento secondo le necessità della situazione verrà deciso se continuare o meno la campagna in Corea.

Il presidente ha ribadito quindi il concetto già altre volte esposto, secondo il quale la campagna di Corea è un'operazione di polizia. Egli ha confermato la sua piena fiducia nel generale Mac Arthur e nel suo modo di giudicare la situazione.

Truman ha detto che a Washington si continuano a studiare i piani della mobilitazione delle industrie della mano d'opera e delle finanze e che egli prenderà tutte le misure necessarie per fronteggiare gli sviluppi della situazione. Essendogli stato chiesto se il Governo degli Stati Uniti si propone di respingere qualsiasi aggressione si venisse a verificare non importa dove, così come è stato fatto in Corea, Truman ha risposto che gli Stati Uniti studieranno la propria linea di condotta solo in caso di nuove aggressioni. Un portavoce del dipartimento della Difesa ha smentito le voci secondo le quali per rafforzare le file delle forze armate doveva effettuarsi un secondo richiamo alle armi di 80 mila uomini.

Gli eserciti americano e rosso si preparano alla battaglia del Kum
Mentre continua la ritirata statunitense, entrano nella lotta le superfortezze - Smentito l'affondamento della "Valley Forge,,

TOKIO, 13. — Il comunicato diramato questo pomeriggio al Q. G. del generale Mac Arthur, reca tra l'altro: Forze americane e sudiste hanno continuato a ritirarsi davanti a forze numericamente superiori per schierarsi a difesa dietro posizioni predisposte e ostacoli naturali. Chochiwon, di cui era stato segnalato precedentemente lo investimento, è stata sottoposta ad un concentrato fuoco d'artiglieria; le nostre forze si sono ritirate davanti agli attacchi dei carri armati e della fanteria nemica. In questo stesso settore della zona Kangju-Chochivon, due divisioni nordiste hanno continuato la loro offensiva sull'asse Chonan-Tejon.

Nella zona Chongju-Umsong si è avuta una pressione nemica relativamente ridotta. L'attività nemica nella zona Chnngju-Tanyang è ripresa dopo una sosta.

Due divisioni nemiche hanno attaccato forze sudiste nelle vicinanze di Chungsan e Chononim. Le forze nemiche stanno tentando di superare i passi dei monti Taebak nel tentativo di infiltrarsi tra Taegu e Taejon.

09 Luglio 2019