il network

Sabato 19 Ottobre 2019

Altre notizie da questa sezione


MUSICA A CREMONA

Sabato 27 e domenica 28 aprile torna la musica in corso Garibaldi

Inizia il ciclo di concerti della rassegna SguardoConCorde con il violinista Daniele Richiedei e il violoncellista Maxime Grizard

Sabato 27 e domenica 28 aprile torna la musica in corso Garibaldi

Daniele Richiedei e Maxime Grizard

CREMONA (23 aprile 2019) - Sabato 27 aprile torna la musica in corso Garibaldi. Si rinnova infatti anche quest’anno l’appuntamento di SguardoConCorde, serenata sotto il balcone della casa nuziale di Antonio Stradivari. Il tratto di corso Garibaldi antistante l’abitazione nella quale il sommo liutaio abitò dal 1667 fino al 1680 si trasformerà così in una sorta di platea dove si potrà assistere alla perfomance di artisti che accompagneranno il pubblico in un suggestivo viaggio musicale. E per i primi due appuntamenti, il suono delle note si unirà al profumo e ai colori dei fiori che trasformeranno il centro in un grande giardino per il tradizionale appuntamento de Le Invasioni Botaniche. 

Il primo dei cinque concerti in programma, che si terranno sempre alle 18, vede protagonista il violinista bresciano Daniele Richiedei, che il pubblico cremonese ha già avuto modo di apprezzare in tale contesto, con l’esecuzione di alcuni brani tratti dal suo ultimo album, Northern Lights (aSimpleLunch). Northern Lights è una suite improvvisata per violino solo, pensata come un’unica opera, un viaggio nella cultura musicale del Nord Europa. Il lavoro prende spunto principalmente dalla tradizione folk, pur essendo influenzato anche da altro, come il rock e la musica classica e contemporanea. In questa registrazione, pubblicata in digitale, su CD e su LP in vinile a tiratura limitata, Daniele Richiedei usa esclusivamente il suo strumento (senza l’aggiunta di elettronica) con l’intento di esplorarne a fondo le risorse timbriche naturali. Come dichiara l’artista Emanuele Maniscalco che si è esibito con lui “Daniele è un protagonista curioso, agile e generoso: non solo non cade sotto il peso dell’eredità storica, ma è anche un virtuoso che sa ascoltare lo spazio e adattarvi il proprio gesto (una delle qualità più rare in un musicista). Northern Lights è la sua storia solitaria fin qui, fatta di frammenti di luoghi del cuore realmente vissuti o anche solo immaginati; grazie a questo disco, può diventare anche la nostra, tanto semplice quanto necessaria”. 

Secondo appuntamento di SguardoConCorde domenica 28 aprile con Maxime Grizard accompagnato al pianoforte del Maestro Roustem Saitkoulov. Maxime Grizard, giovanissimo, ha solo 11 anni ed è un violoncellista prodigio. E’ come se il violoncello fosse l'estensione della sua mano, del suo corpo, della sua anima: così lo descrive chi l’ha sentito suonare. Le sue capacità tecniche ed espressive gli consentono di affrontare con successo importanti concorsi internazionali che affronta con grande slancio. Ha iniziato ad interessarsi alla musica a sette anni suonando il pianoforte. Studente prima al Conservatorio di Achères poi in quello di Saint-Germain-en-Laye, vicino a Parigi, un anno più tardi sceglie il violoncello, strumento che scopre e che suona con una tale passione che, nel 2017, dopo soli tre anni di studio, risulta vincitore al concorso Vatelot-Rampal e al concorso Flame rivolto ai bambini dai sei anni in poi. Selezionato per la trasmissione Prodigi di France 2, che presenta ogni anno i bambini che si sono distinti per il loro talento, Maxime seduce con la sua abilità e la sua maturità la giuria, il pubblico e i telespettatori per la sensibilità con cui interpreta un brano della colonna sonora del film Schindler's List. Primo classificato nella sua categoria, incanta nuovamente il pubblico con il brano Vocalise di Rachmaninov interpretato con Gauthier Capuçon, membro della giuria. Il 6 aprile 2018 ha partecipato al concerto UNESCO 2018 nella sede di Parigi di questa organismo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

23 Aprile 2019