Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

Dal 31 maggio al 7 settembre

Musica in castello

25 eventi a ingresso libero dall’Appennino al Po, attraverso 4 province Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena, in 20 Comuni

Betty Faustinelli

Email:

bfaustinelli@laprovinciadicremona.it

27 Maggio 2013 - 12:09

Musica in castello

Per informazioni sugli spettacoli:
Piccola Orchestra Italiana
tel 380.3340574 – info@piccolaorchestraitaliana.it
www.musicaincastello.it

IL PROGRAMMA

Passione jazz, un brivido di saxofollia, un graffio di rock, un po’ di folk all’emiliana, parole e musica con grandi cantautori, la lirica dagli alti echi verdiani e le punte dei piedi, là dove la danza si fa frammento e armonia al contempo. C’è l’omaggio al Maestro Giuseppe Verdi, nell’anno del bicentenario della nascita del Cigno di Busseto. E c’è l’inchino al Maestro Lucio Dalla ad un anno dalla morte. C’è una serata tra le note dedicata a Gorni Kramer e ci sono sapienti mani che vi avvolgeranno tra le fantasie musicali dagli anni Trenta agli anni Sessanta. I generi si susseguono in un ideale pentagramma. Molto pianoforte, lo swing ed il brio di Orchestre importanti. E l’apertura non solo ai musicisti e agli artisti, ma anche a chi si occupa oggi di produzioni musicali e teatrali in Italia.

Tutto questo e ancora di più è l’undicesima edizione della rassegna estiva “Musica in Castello” che si dipana dal 31 maggio al 7 settembre 2013 in castelli, rocche, piazze, sagrati, antiche corti, aie di casolari. In una parola d’autore.

Immaginate l’intimismo vibrante, profondo, di Gino Paoli con il pianista perfetto Danilo Rea nel silenzio di una corte rinascimentale, in interpretazioni assolute tra voce e piano. E poi Davide Van De Sfroos che canta una “Lettera a Marte”. I fiati di un’orchestra sinfonica che diventano epici sulle musiche di De Meji per “Il Signore degli Anelli”. L’andamento lento di Tullio De Piscopo, il re delle percussioni e le lezioni di piano di Cesare Picco.

La seconda decade di “Musica in Castello”, cartellone longevo e fortunato, presenta un carnet che dal cuore delle Terre Verdiane si allunga toccando e mettendo in rete quattro province – quelle di Parma, Piacenza, Reggio Emilia e Modena - abbracciando diversi Comuni. Ma soprattutto si allarga spaziando dall’Appennino al Grande Fiume Po e attraversando le zone dei Castelli del Ducato. Sono 25 gli appuntamenti in programma, tutti a ingresso libero per permettere a turisti e cittadini emiliani di vivere una grande estate di musica e cultura a cielo aperto, oppure in storici teatri in caso di maltempo.

Con la testa e con il cuore si va ovunque. Questo lo slogan che apre ufficialmente venerdì 31 maggio alle 21.30 la rassegna lasciando il palcoscenico - nella prima serata - alla musica sì, ma soprattutto a tematiche d’impegno sociale forte: a chi ha una storia da raccontare come la gazzella Giusy Versace (testimonial della onlus “Disabili No Limits”) ed il pallavolista Andrea Lucchetta, entrambi sostenitori della solidarietà nei confronti della disabilità; ai sindaci e ai cittadini che credono nella solidarietà e raccolgono ancora fondi per i terremotati emiliani; a chi con tenacia, entusiasmo, impegno, passione – nonostante la crisi economica – pensa sempre più che la cultura sia il miglior antidoto contro lo spread e l’arte possa generare coscienza, intelligenza, emozione, calore. Ad apertura di rassegna ci sarà la pianista Roberta di Mario e poi testimonial d’eccezione che, ciascuno nel suo campo, hanno saputo e voluto “riappassionarsi alla vita”. La musica sarà la colonna sonora per introdurre all’ascolto.

La rassegna è firmata quest’anno da un nuovo direttore artistico: il saxofonista Marco Gerboni che ha collaborato con le più importanti orchestre italiane, tra le quali l'Orchestra del Teatro alla Scala di Milano, l'Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, l'Orchestra della RAI di Torino, l’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia di Roma, l’Orchestra del Teatro La Fenice di Venezia,  l'Orchestra del Teatro dell'Opera di Roma. Musica in Castello è una avventura estiva cresciuta in 10 anni di progettualità costante, cura degli ospiti tutti invitati a proporre “inediti” in qualche maniera confezionati appositamente su misura per la rassegna, tanta passione da parte degli ideatori del format Enrico Grignaffini e Giulia Massari dell’associazione culturale Piccola Orchestra Italiana.

Tra gli artisti in cartellone oltre a quelli gia citati (elenco completo in allegato): i Mè, Pék e Barba con Vito (Stefano Bicocchi) nel loro Vodoo Padano; La Piccionaia ed i Carrara con Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare nel loro stile di teatro d’arte popolare; il trio imperdibile Paolo di Sabatino, Daniele Mencarelli e l’effervescente ritmo di Tullio De Piscopo; la cantautrice impegnata Andrea Mirò insieme a Marco Alemanno; e ancora l’attore Enzo Iachetti con il chitarrista Ugo Gangheri e la voce importante di Antonio De Carmine Principe; lo spessore dell’attrice Roberta Biagiarelli; uno dei padri della musica rock made in Italy Ricky Gianco; il percussionista, musicista e cantautore Tony Esposito;  Mark Baldwin Harris tastierista, arrangiatore e compositore statunitense nonché produttore discografico (tra le sue creature Grease con Lorella Cuccarini); la soprano Tania Bussi; la perfezione degli Imperfect Dancers Compagnia Balletto 90 del coreografo Walter Matteini; il brio e lo swing dell’Orchestra Maniscalchi; i fiati dell’Orchestra Sinfonica Alpe Adria e quella filarmonica Mihail Jora Bacau dalla Romania; il quartetto d’arte L’Estro Armonico; i pianisti Roberto Plano e Paola del Negro; il comico, cantante, imitatore e musicista Max Paiella; lo scrittore Andrea Villani. E tante altre sorprese.

Costanti. Consolidata la tradizione dell’incontro con i cantautori in rocche, manieri e antiche corti, dove un po’ si canta, un po’ si suona, un po’ di ascolta, un po’ si racconta. Ritorna l’appuntamento per i più piccoli, da 0 a 99 anni per la verità.

Impegno per il Sociale. Nella serata di apertura del carnet sarà presente Giusy Versace in qualità di fondatore e testimonial della onlus “Disabili No Limits”, per la quale è attiva una raccolta fondi per tutta la durata della rassegna, allo scopo di donare sedie a ruote ultraleggere e protesi in fibra di carbonio a chi non può permetterselo. E’ attivo inoltre un accordo con il Centro Cardinal Ferrari di Fontanellato, garantendo un numero di posti a sedere per far partecipare i suoi ospiti ad alcuni spettacoli della rassegna.

Sinergia con Associazione Castelli del Ducato di Parma e Piacenza – Club di Prodotto. Ad ogni concerto, a ingresso libero, a chi lo richiede verrà regalata la Castelli del Ducato Card 2013 che permette l’ingresso nei Castelli del Ducato con lo sconto di 1 Euro (ad eccezione di Torrechiara e del Castello Malaspina Dal Verme di Bobbio).

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400

Prossimi Eventi

Mediagallery

Prossimi EventiScopri tutti gli eventi