Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

11 aprile 1970

I «Beatles» si dividono

Paul McCartney lascia i compagni per divergenze personali con John Lennon

Annalisa Araldi

Email:

aaraldi@publia.it

11 Aprile 2021

I «Beatles» si dividono

LONDRA, 10. — Una rottura tra i Beatles sarebbe imminente ed oggi i dirigenti dell'organizzazione commerciale dei Beatles, «Apple», sono riuniti a Londra nella sede della organizzazione per cercare di risolvere le divergenze.

Secondo varie notizie uno dei Beatles, Paul McCartney avrebbe intenzione di lasciare il gruppo per alcune divergenze interne relative alle registrazioni e per questioni personali.

In particolare sembra che Paul abbia litigato con John Lennon in seguito alla decisione di assumere Allen Klein come consulente commerciale. Paul avrebbe voluto che fosse assunto Lee Eastman, il padre della sua moglie americana.

La Public Relations di «Apple», Mavis Smith ha smentito la notizia che Paul vorrebbe lasciare il gruppo ma ha ammesso che, per il momento, non sono previste nuove registrazioni «anche perchè ora i Beatles non hanno nuovo materiale dopo il nuovo disco che presenteranno il mese prossimo e che hanno già registrato».

Paul McCartney ha oggi confermato la sua rottura con i Beatles ma ha detto di non sapere se si tratta di una rottura «temporanea o permanente».

Paul, che ha 27 anni, in una dichiarazione ha affermato oggi di non riuscire a vedere come possa tornare ad una attiva associazione musicale con John Lennon. Secondo Paul la rottura è dovuta a «divergenze personali, di affari e musicali ma soprattutto, perchè sto meglio con la mia famiglia».

«Voglio bene a John», ha detto Paul «e lo rispetto, ma non mi procura alcun piacere». McCartney ha rivelato che il nuovo manager, Allen Klein, non lo rappresenta. Per quanto concerne il nuovo disco di Paul che verrà lanciato la prossima settimana ha commentato: «Solo il tempo potrà dire se si tratta dell'inizio di una carriera da solo o di un riposo dei Beatles». Klein ha dichiarato di non sapere perchè Paul non lo apprezzi ed ha aggiunto: «A me Paul piace e lo rispetto. Comunque, non è la fine dei Beatles e la situazione non è mutata negli ultimi sei mesi».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400

Prossimi Eventi

VideoGallery