il network

Martedì 15 Ottobre 2019

Altre notizie da questa sezione


17 aprile 1965

La singolare invenzione di un artigiano cremonese: le campane in scatola

La singolare invenzione di un artigiano cremonese:  le campane in scatola

Un magico "frigorifero,, (dalle molte sorprese) che si chiama "Plebemvoco" - Automatismi da nave spaziale - Tutto cominciò quasi per scherzo a Cristo Re

Con quella sua aria da impiegato del catasto, Rino Zagni ingannerebbe chiunque; e pensare che invece possiede, elettronicamente parlando, un cervello diabolico.... Il fatto è che a questo cremonese spetta il merito di una invenzione unica al mondo: quella delle campane che non esistono. Ossia, che esistono solo nel suono, ma che in realtà hanno l'aspetto e la dimensione di due o tre matite messe una sull'altra. Bacchette metalliche, insomma. Sono campane, signori, a diciotto carati. Campane di cattedrale......

Ma lo spettacolo non finisce qui. Il «frigorifero» ha in serbo altre sorprese: un completo automatismo che provvede, da solo e all'ora voluta (ecco che mi spiego la presenza di un orologio sulla parte alta del frontale) a suonarvi quante campane volete a distesa, a morto solennemente, vi batte le ore, l'angelus, l'avemaria, tutto quello che volete e nel modo che volete...

16 Aprile 2019