Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

Casalmaggiore

'Esordio' per Casa Zani con poesia e musica

Questa sera secondo appuntamento di 'Tempo sospeso' con la partecipazione di Maurizio Cucchi e Roberto Mussapi

Email:

davbazz@tin.it

23 Aprile 2014 - 12:49

'Esordio' per Casa Zani con poesia e musica

Tiziano Broggiato, Franco Loi e Ivan Paterlini

CASALMAGGIORE — Esordio come contenitore culturale aperto al pubblico per Casa Zani questa sera, mercoledì 23 aprile, alle 21. La palazzina Liberty donata al Comune dal maestro Giacomo Zani ospiterà il secondo appuntamento della rassegna ‘Tempo Sospeso-Incontri extra-ordinari di poesia con contrappunto di musica’. La serata avrà come titolo ‘La poesia tra memoria e mito’ e vedrà la partecipazione dei poeti Maurizio Cucchi e Roberto Mussapi, introdotti da Stefano Prandini. La lettura delle proprie opere da parte dei due artisti sarà intervallata dagli interventi musicali di Giacomo Invernizzi (violino) di Gussola e Roberto Chiozza (clavicembalo) di San Daniele Po, i quali, per venire incontro a una specifica richiesta di Mussapi, affronteranno un repertorio barocco settecentesco.  
La rassegna aveva preso avvio il 15 aprile tra le mura del Comunale con Franco Loi e Tiziano Broggiato, introdotti prima dal direttore artistico del Comunale e di ‘Tempo Sospeso’ Giancarlo Romanetti e poi  dallo psicanalista junghiano Ivan Paterlini. 
Quest’ultimo, presentando i due («artisti tra i più significativi del panorama italiano») al pubblico, presente in buon numero, ha ricordato come i poeti abbiano sempre anticipato di un passo la psicologia del profondo: «Freud diceva che i poeti sanno cose che stanno tra la terra e il cielo. Sanno prima, riconoscono prima, attingono da fonti che ancora non sono state aperte». 
Quindi Broggiato (il titolo dell’incontro era ‘La città in versi’) ha proiettato l’uditorio in una New York vissuta come una nuova Atlantide, nel moto perpetuo di Tokio, in cui non si distingue il giorno dalla notte, nelle periferie delle grandi città e in un luogo per lui mitico come Le Havre «dove ho trovato il Re delle tempeste». Ad intervallare gli interventi le esibizioni di due allievi del ‘Casalmaggiore International Music Festival’ (partner insieme alla biblioteca civica ‘Mortara’ della rassegna, finanziata dal Distretto Culturale della provincia di Cremona) quali i pianisti Francesco Bini e Marco Vismara, su un repertorio ottocentesco da Beethoven a Chopin. Loi ha letto le sue poesie su Milano e su Dio spiegando la scelta di scrivere in dialetto. Infine nuova sessione di Broggiato insieme alla brava e bella attrice Alessandra Azimonti che impersonava la poetessa Sylvia Plath.
Prossima data il 6 maggio a Palazzo Martinelli (ore 21) con Emilio Zucchi e Davide Rondoni. Introdurrà Davide Gonzaga. Brani barocchi da Davide Guarneri all’oboe solo.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400

Prossimi Eventi

Mediagallery

Prossimi EventiScopri tutti gli eventi