Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMA SCRIVE & SUONA

I talenti locali della parola fanno il pieno in biblioteca

Emozioni per le opere presentate durante la prima serata della rassegna, commozione per l'orrore dell'Isis

foto: Marinoni

Email:

dduchi@laprovinciacr.it

20 Novembre 2015 - 11:05

I talenti locali della parola fanno il pieno in biblioteca

Il Circolo dei poeti in biblioteca a Crema

CREMA - Crema rende omaggio ai suoi artisti. E regala l’eccezione alla regola del detto nemo propheta in patria. Grande successo di pubblico — giovedì 19 novembre in biblioteca — per la prima serata della rassegna Crema Scrive & Suona, promossa dal quotidiano La Provincia in collaborazione con l’associazione culturale Caffé Letterario e l’assessorato alla Cultura del Comune di Crema. E proprio dall’assessore Paola Vailati è stata aperta la serata: «Difficile trovare chi si dimostri pronto a scommettere sui talenti locali, quindi sono felice di sostenere questa rassegna», ha dichiarato prima di lasciare spazio alla colonna sonora della serata — tutta rap — dei cantanti cremaschi Core (Giorgio Borghetti) e Sek (Khadim Seck). I due giovani si sono alternati con brani, che raccontano di dolore e rinascita, disillusione per un mondo ‘malato’ e speranza per il futuro. Al ‘Circolo dei poeti’ poi, il compito di svelare — tra versi e letture — cinque sfumature della realtà: a Ombretta Guerini Rocco, la magia che trasforma una ricetta culinaria in una dolce filastrocca; a Matteo Agnesi, la natura che si fa ispirazione e consente di andare oltre l’apparenza, anche a 15 anni; a Stefana Asnicar, il filtro d’amore, natura ed emozione che ‘colora’ la vita e suscita poesia. I versi (recitati dall’attrice Elena Cesarotti), di Anna Martinenghi hanno dato la speranza di avere ‘un cielo di scorta’, un’altra opportunità in tempo di crisi. Infine, Ed Warner ha portato i suoi ‘stati d’agitazione’ in rete, perché possano essere ‘condivisi’. Spazio, in vari momenti, anche per le emozioni che — in questi giorni — legano al popolo francese. E oltre, anche alla Siria e ovunque sia guerra e distruzione. Perché il terrorismo non si identifichi con bandiere o credo religioso, che non li usi come pretesto. Chiusa la dimensione poetica, quattro autori hanno raccontato altri universi. Differenti, ma legati dal fil rouge della passione. Nino Antonaccio per la musica e le biografie di chi non si limita a ‘esistere’, ma vive fino in fondo. Così, il protagonista del romanzo Il Solista, chitarrista de Il Banco del Mutuo Soccorso, capace di un percorso di vita controcorrente. Per Mario Caccialanza, la passione è il calcio a strisce neroazzurre e il sogno di sedere Sulla panchina dell’Inter tra sogno e realtà. Il ‘fuoco’ che arde negli scritti di Manuela Curioni invece è la sete d’avventura, del viaggio, con L’isola delle correnti, dove ogni luogo ha una sua speciale emozione. Infine, è stata Serena Lampugnani, con Sogno sempre troppo forte a riportare alla dimensione dei desideri: dal sogno di una notte, è nato un ebook — non solo d’amore, perché i protagonisti, per molto tempo, ‘sono bastati a loro stessi’.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400

Prossimi Eventi

Mediagallery

Prossimi EventiScopri tutti gli eventi

Tipologia Manifestazioni

AperiBusiness

Data di inizio 2 Luglio 2022 - 18:30