Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

SPINO D'ADDA

Doppio Legame, spettacolo di teatro contemporaneo e di ricerca nell'ambito della proposta Acrobati(che) poeti(che)

Le dichiarazioni di alcuni tra i primi pentiti di Cosa Nostra al maxiprocesso del 1986 istruito da Giovanni Falcone sono l'ispirazione di questa proposta

Eventi & Appuntamenti

Email:

eventi@laprovinciacr.it

16 Ottobre 2021 - 13:32

TuriZinna

TuriZinna

Al Teatro Vittoria, a Spino d’Adda, saranno proposti tre titoli tra ottobre e dicembre - per "seminare",  i semi di una poetica nuova che, tra limitazioni, difficoltà e rischi crede fortemente che il Teatro abbia molto da dire e da dare.

“Acrobati(che) poeti(che)” propone come primo spettacolo Doppio Legame di Maria Piera Regoli e Turi Zinna con Turi Zinna regia Federico Magnano San LioIn.

Un mondo dove se non sei qualcuno muori, la sopraffazione è la regola; per tutti, per i buoni e per i cattivi. Concepito appena prima delle stragi di Capaci e di via D'Amelio, vincitore del premio Oltreparola nel 2006 e del contest di corti teatrali del Teatro Lo Spazio nel 2011, Doppio Legame è uno spettacolo che va in scena ininterrottamente da 28 anni. Ispirandosi alle dichiarazioni di alcuni tra i primi pentiti di Cosa Nostra al maxiprocesso del 1986 istruito da Giovanni Falcone, Turi Zinna, Maria Piera Regoli e Federico Magnano San Lio hanno lasciato riaffiorare il plot scandagliando il fondale delle omissioni, dei sottintesi di quei personaggi fino a distillarne una “situazione drammatica” che non racconta della società mafiosa più di quanto la tragedia di Amleto non abbia come argomento la condizione dello stato danese 

ricongiungersi a un senso, un’utilità profonda del teatro, partendo dalle esigenze, dalle caratteristiche, dalle tipicità e dalle contraddizioni di un luogo

“Acrobati(che) poeti(che)” è una proposta di Alceste Ferrari per A.C. RETABLO che vuole portare a Spino d'Adda un progetto, attraverso il percorso più ampio denominato DisseminAzioni.
Retablo si contraddistingue fin dalla sua fondazione, nel 1989, per un'offerta artistica di valore indirizzata all’innovazione, alla sperimentazione e alla ricerca di nuovi linguaggi teatrali implementandoli al territorio per i quali specificamente venivano inventati.
Uno dei bisogni basilari a cui risponde il progetto è ricongiungersi a un senso, un’utilità profonda del teatro, partendo dalle esigenze, dalle caratteristiche, dalle tipicità e dalle contraddizioni di un luogo. Disseminazioni vuole "dimorare" nel territorio, con l’obiettivo di diventare punto di riferimento per l'area cremonese e lombarda nell’ambito del teatro contemporaneo e di ricerca.



Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400

Prossimi Eventi

Mediagallery