Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

Rassegna dedicata al pianoforte

"Spazionovecento", quattro appuntamenti fuori dai canoni dal 9 al 18 giugno

Betty Faustinelli

Email:

bfaustinelli@laprovinciadicremona.it

27 Maggio 2014 - 11:28

"Spazionovecento", quattro appuntamenti fuori dai canoni dal 9 al 18 giugno

Il pianista Roberto Prosseda con il robot-pianista Teotronico,

Il biglietto d’ingresso al primo concerto costa 10 euro, per i successivi il prezzo è di 7 euro.

CREMONA — Cambia stagione dell’anno — passando dall’autunno alla tarda primavera — ma tiene duro Spazionovecento, per la gioia degli appassionati della musica del ventesimo secolo e del nostro tempo. La 34esima edizione della rassegna promossa dal Gruppo Musica Insieme si tiene dal 9 al 18 giugno ed è interamente dedicata al pianoforte, offrendo quattro ritratti non convenzionali del glorioso strumento a tastiera: quattro concerti dalla forte componente spettacolare, senza dimenticare naturalmente la forza dei temi e tante curiosità. «Non a caso, e un po’ provocatoriamente, abbiamo intitolato la rassegna Pianoforte pazzo», osserva il direttore artistico Gabrio Taglietti . Il primo concerto, lunedì 9 giugno alle 21 all’auditorium Giovanni Arvedi del Museo del Violino, vedrà protagonista Roberto Prosseda in una sfida all’ultima nota con il robot TeoTronico, un automa musicale capace di confrontarsi con qualsiasi brano musicale, anche il più ostico. L’aspetto teatrale della sfida permetterà di affrontare in modo giocoso temi seri come l’interpretazione musicale: cosa c’è di non scritto sul pentagramma? cosa fa di un’esecuzione una buona interpretazione? Per passare a un altro interrogativo, c’è ancora qualcuno, oggi, che scrive per pianoforte? Una risposta la si avrà mercoledì 11 giugno alle 21 in Sala Rodi quando grazie allo specialista Alfonso Alberti si potrà avere uno spaccato della produzione più attuale «e oltre...», fra neoclassicismi e sfrenate sperimentazioni. Il terzo concerto (venerdì 13 giugno alle 21 in Sala Rodi) sarà dedicato alla musica moderna scritta con intenti didattici, interpretata da venti giovani pianisti dell’Istituto musicale pareggiato ‘C. Monteverdi’di Cremona e del Conservatorio di Mantova; le musiche sono di Bartók, Kabalevskij, Prokofiev, Gubajdulina. In chiusura la rassegna presenterà (mercoledì 18 giugno alle 21 in Sala Rodi) uno spettacolare quartetto di pianisti (due pianoforti a otto mani) che eseguirà tra l’altro l’Uccello di fuoco di Igor Stravinskij. (ro.c.)
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400

Prossimi Eventi

Mediagallery

Prossimi EventiScopri tutti gli eventi