Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

LA VITTIMA DELL'INCIDENTE

Alexandra, una vita intensa, ora spezzata

Gli amici, la Yamaha, il cane. Il sindaco di Montodine Alessandro Pandini: «È un fatto terribile»

La Provincia Redazione

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

16 Aprile 2022 - 20:16

Alexandra, una vita intensa, ora spezzata

Alexandra Alexei

MONTODINE - Una riflessione sulla solitudine. È questo l’ultimo post pubblicato da Alexandra Alexei sul suo profilo Facebook, l’ultimo di una lunga serie di aforismi che ancora adesso, a poche ore dal tragico incidente che l’ha strappata alla vita, compare a testimonianza di chi Alexandra è stata. «Stai da sola... nel mezzo di questo imparerai a conoscere te stessa... e quando incontrerai la persona giusta, che farà ballare le tue cellule, ne sarai sicura, perché sarai sicura di te stessa». Doveva essere un periodo di transizione, questo, per Alexandra: un periodo per conoscersi meglio, per lasciarsi alle spalle la giovinezza e addentrarsi nell’età adulta, sempre, però, tenendo come bussola i suoi sogni, le amicizie, gli affetti di sempre. Quelle frasi nel frattempo dovevano dare un indirizzo alla sua vita, dovevano ispirarla a non lasciarsi sfuggire nemmeno un giorno senza poter dire di aver vissuto davvero.

Alexandra, 25 anni, italiana di origine romena, abitava da poco a Montodine, dove si è trasferita dopo aver vissuto a Castelleone. Proprio da qui provengono il suo fidanzato, Eros Tossi e Roxana Moti, la sua inseparabile amica. Alexandra viveva in compagnia del suo pitbull bianco e nero, il soggetto più ritratto nelle fotografie della ragazza, che da lui proprio non poteva separarsi. E poi la sua moto, quella Yamaha R3 nera che amava a tal punto da considerarla parte imprescindibile della sua vita, quella stessa moto che, con la complicità di una strada accidentata, ha spezzato il suo futuro. «Tutta la comunità si stringe intorno alla famiglia di Alexandra — dice Alessandro Pandini, sindaco di Montodine —. È una terribile disgrazia, un evento che ci scuote nel profondo. Per quel che possa valere, vorrei che i parenti di Alexandra, con i quali ci siamo già messi in contatto, sapessero che tutta Montodine si unisce a loro in un sincero abbraccio».

STEFANO CORNO

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400

Prossimi Eventi

Mediagallery

Prossimi EventiScopri tutti gli eventi