il network

Martedì 24 Novembre 2020

Altre notizie da questa sezione

Oggi...


22 ottobre 1966

Valanga nera su una scuola
Sono 163 i bambini sepolti vivi

L'Inghilterra in lutto: una montagna di carbone frana in un villaggio di minatori del Galles

Valanga nera su una scuolaSono 163 i bambini sepolti vivi

ABERFAN (Galles). 21. — Due milioni di tonnellate di carbone e di scorie minerarie sono improvvisamente precipitate sul villaggio di Aberfan, seppellendo una scuola e diciotto case, provocando uno dei più gravi, angosciosi e luttuosi disastri mai avvenuti in Gran Bretagna in tempo di pace. Duecento persone — delle quali forse 163 bambini (secondo quanto hanno dichiarato in serata le autorità scolastiche) — sono rimaste sepolte dalla tragica e gigantesca frana. Benché questa sera alle squadre di soccorso sia parso di aver udito flebili rumori sotto la montagna di carbone, le speranze di trovare ancora in vita i sepolti sono obiettivamente molto scarse Finora sono stati estratti 71 corpi, tutti senza vita. Risultano «mancanti» ancora una sessantina di persone.

«Una intera generazione di bambini è stata cancellata in questo villaggio», ha detto con voce rotta Georges Thomas, ministro di Stato per il Galles.

La tragedia si è compiuta fulminea, tra le 9,15 e le 9,20 di questa mattina. La montagna di carbone, detriti e scorie minerarie, accumulata in un secolo di escavazioni, incombeva sui contrafforti della vallata in cui è posto il villaggio di Aberfan, a circa 150 metri di altezza rispetto al villaggio. Il cumulo stesso era alto un centinaio di metri. Le piogge torrenziali di questi giorni ne avevano evidentemente minato la base.

La drammaticità della scena è superiore ad ogni tentativo di descrizione. Carbone, fanghiglia, scorie coprono ogni cosa. La visibilità è scarsissima: da lontano una nuvolaglia nera incombe sulla zona. Se ci si avvicina, si è presi al petto, alla gola, agli occhi da una atmosfera irrespirabile di polvere di carbone. La pioggia si condensa in grevi gocce nere.

21 Ottobre 2020