Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

TERZO SETTORE

Fondazione Cariplo compie 30 anni. A Cremona 1314 progetti per 100 milioni di euro

Dal 1991 ad oggi, complessivamente sono 35 mila progetti sostenuti nel campo dell’Arte e Cultura, per Ambiente, Ricerca Scientifica e Sociale

La Provincia Redazione

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

04 Febbraio 2022 - 10:26

Fondazione Cariplo compie 30 anni. A Cremona 1314 progetti per 100 milioni di euro

CREMONA - Fondazione Cariplo compie 30 anni. Qualche dato: 35 mila progetti sostenuti sul territorio lombardo e nelle province piemontesi di Novara e Verbania. Oltre 3,5 miliardi di euro donati a iniziative sociali nei tradizionali quattro settori di intervento: Ambiente, Arte e Cultura, Ricerca scientifica, Servizi alla persona. Nel territorio di Cremona 1314 progetti per 100 milioni di euro. Un impegno e una forza che guarda avanti al futuro. La vera sfida per la Fondazione, oggi più che mai, è saper leggere la realtà e i suoi cambiamenti per imparare continuamente come essere utile e come generare valore per le comunità. Farsi vicini alle persone, sostenendo chi opera sul territorio e chi sperimenta nuovi modi di costruire coesione; contrastare le disuguaglianze perché tutti possano avere accesso alle stesse opportunità, nella convinzione che il patrimonio più grande per il Paese sia la singola persona; sostenere la ricerca e l’innovazione continua per generare conoscenza condivisa e crescita. Questo è ciò che caratterizza il metodo della Fondazione e lo sguardo con cui vuole guardare ai prossimi anni.

EREDITA' CENTENARIA

Da quando è nata nel 1991 la Fondazione ha raccolto una eredità centenaria, quella della Cassa di Risparmio delle province lombarde Cariplo, che, oltre a quella bancaria, svolgeva attività filantropiche fin dal 1816 sotto la guida della Commissione Centrale di Beneficenza lo stesso nome mantenuto ancora oggi dall’organo di indirizzo dell’ente filantropico proprio a confermare il legame storico e valoriale con quelle radici. Nei primi anni di vita Cariplo ha definito un metodo con cui operare, si è strutturata attraverso strategie, ambiti di intervento e professionalità capaci di rendere concreta la propria missione che guarda le persone, le comunità, il territorio, e che consiste nel sostenere progetti degli enti non profit in Lombardia e nelle province piemontesi di Novara del Verbano Cusio Ossola. Da sempre fondazione Cariplo ha concentrato il proprio impegno in quattro settori di intervento: ambiente, Arte e Cultura, ricerca scientifica, servizi alla persona. In questi 30 anni Fondazione Cariplo ha contribuito alla realizzazione di oltre 35 mila progetti nel campo dell’Arte e Cultura, per l’Ambiente, per la Ricerca Scientifica e per il Sociale, mettendo a disposizione di queste iniziative oltre 3,5 miliardi di euro. 

  • 2298 progetti sostenuti nel settore AMBIENTE per 214,1 milioni di euro
  • 13786 progetti sostenuti nel settore ARTE E CULTURA per 1161,2 milioni di euro
  • 2338 progetti sostenuti nel settore RICERCA SCIENTIFICA per 538,1 milioni di euro
  • 17178 progetti sostenuti nel settore SERVIZI ALLA PERSONA per 1735 milioni di euro

TERRITORIO CREMONA

Nel territorio di Cremona, in questi 30 anni di attività filantropica, da Fondazione Cariplo sono stati sostenute 1314 iniziative donando al territorio 100 milioni di euro. Difficile davvero ricordarli tutti, certamente significativi sono quelli cosiddetti emblematici ovvero progetti di particolare importanza per il territorio e la comunità. Qualche esempio:

  • al Comune di Crema per il progetto C.RE.M.A.2020
  • all’università Cattolica del Sacro Cuore per il progetto Cremona Food-LAB
  • all’Istituto Sperimentale Italiano Lazzaro Spallanzani per il progetto Il polo delle microalghe
  • alla Cooperativa Sociale CASA DI NOSTRA SIGNORA per progetti di accoglienza
  • all’ A.C. Crema 1908 per il progetto SPORTABILITA'
  • alla Fondazione IRIS per il progetto BIOcomunità - Integrazione sociale e culturale, economia solidale, agricoltura biologica

Scendendo nel dettaglio, al settore Ambiente sono stati destinati 8,4 milioni di euro a sostegno di 62 progetti di tutela e valorizzazione ambientale. La Ricerca scientifica ha invece ricevuto contributi per quasi 1,2 milioni di euro suddivisi in 7 progetti. Su questo fronte, ad esempio sul territorio cremonese ha avuto un ottimo successo per il Progetto SI Scuola
Impresa Famiglia, nato nel 2018, che ha permesso di ammodernare i laboratori didattici di 76 istituti tecnici ad indirizzo meccatronico e 17 istituti tecnici ad indirizzo agrario della Lombardia e delle province del Verbano – Cusio – Ossola, dotandoli delle tecnologie di Industria 4.0. Premiato lo scorso anno l’Istituto Galilei di Crema per il progetto Digital Green Lab: ATR FTIR.

Il settore Culturale è stato destinatario di 35,6 milioni di euro per 477 iniziative. Tra i progetti di maggior impatto il Progetto LAIVin, che sostiene laboratori musicali e teatrali nelle scuole per promuovere il protagonismo culturale dei giovani. Premiati l’Istituto "A. Stradivari" di Cremona progetto Libertà è partecipazione e l’Istituto Magistrale Statale Sofonisba Anguissola di Cremona per il progetto GENERazione AtTIVA. A Cremona inoltre è stato avviato nel 2010 il Distretto Culturale della Provincia di Cremona che si è concentrato sulla diversificazione del sistema di offerta culturale ed ha investito sull’integrazione tra spettacolo, musica e artigianato artistico come motore di sviluppo economico e sociale. Il progetto di Fondazione Cariplo sui Distretti culturali si è attivato per mettere a sistema le varie iniziative artistiche e imprenditoriali in campo musicale e creare valore per tutta la comunità. Tra i maggiori progetti culturali inoltre le iniziative per promuovere il distretto della Liuteria di Cremona.

768 progetti sono invece i progetti realizzati nel settore dei Servizi alla persona per 57 milioni di euro. Molto attuale il progetto contro la povertà educativa che ha coinvolto i tre territorio simbolo della pandemia: Bergamo, Lodi e Brescia. A disposizione dei ragazzi 3650 personal computer e 200 tablet dotati di requisiti tecnici e caratteristiche adatte per gestire la DAD e le modalità di studio dettate dalla recente pandemia. Obiettivo principale contrastare la povertà educativa e combattere il digital divide, un obiettivo importante che sottolinea ancora una volta la sensibilità e l’attenzione rivolta al mondo dei più giovani e alle loro esigenze in particolare in questo periodo drammatico. Sono state destinate risorse pari 1,4 milioni di euro per 63 progetti presentati sulle due edizioni del bando Lets GO, un aiuto eccezionale in difesa delle attività di sostegno e assistenza ai più fragili, di quelle legate alla cultura e alla tutela dell’ambiente, messe a rischio dalla pandemia.

Molto importante il tema dell’housing sociale per soggetti fragili. A Cremona (frazione Gerre Borghi), grazie ad un contributo di 317.000 euro prenderà il via un progetto promosso alla Fondazione Franca e Giuliana Azzolini in partenariato con la Cooperativa Sociale Eco-company, che intende riqualificare una vecchia cascina storica al fine di realizzare 6 alloggi (11 posti letto) per persone con disabilità cognitiva medio-lieve e 2 monolocali sempre per persone con disabilità ma finalizzati ad esperienze più lunghe di durante-dopo di noi. 3 alloggi per l’accoglienza di singoli o nuclei in situazione di disagio socio-abitativo in mixitè dove persone normodotate (fragili) e persone con disabilità convivranno.

Nel 2001 Fondazione Cariplo ha inoltre permesso la nascita della Fondazione Comunitaria della provincia di Cremona, un ente filantropico autonomo e indipendente che realizza sul territorio cremonese iniziative di utilità sociale, ambientale e culturale. Fondazione Cariplo dal 1991 ha destinato alla fondazione comunitaria oltre 26 milioni di euro. Franco Verdi, membro cremonese della Commissione Centrale di Beneficenza: "Fondazione Cariplo in questi trent’anni di attività ha regalato al nostro territorio risorse non solo economiche ma culturali, sociali, unite alla possibilità di aiutare i soggetti più fragili e di valorizzare i punti forti della nostra terra. Sono state infatti realizzati migliaia di progetti che hanno
permesso di aiutare le persone ma anche di fornire opportunità di crescita lavorativa e formativa. Un motore di coesione sociale e di sviluppo di idee".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400