Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMA: IL CASO BECCALLI

"Non ha ucciso Sabrina": Pasini condannato a 6 anni ed è già libero

Per i giudici del tribunale di Cremona, l'operaio 46enne non è colpevole dell'omicidio della mamma 39enne

Francesca Morandi

Email:

fmorandi@laprovinciacr.it

29 Ottobre 2021 - 12:39

Pasini condannato

Alessandro Pasini (al centro) in tribunale a Cremona

CREMA - "Non ha ucciso Sabrina Beccalli". I giudici del tribunale di Cremona hanno condannato Alessandro Pasini a 6 anni di reclusione e immediatamente scarcerato. Cade l'accusa di omicidio volontario e quella di crollo di edifici per il tubo di gas staccato. La condanna è per occultamento e distruzione di cadavere e incendio dell'auto di Sabrina.

QUELLA NOTTE DI FERRAGOSTO 2020

Il pubblico ministero Lisa Saccaro aveva chiesto al giudice per l’udienza preliminare Elisa Mombelli di condannare a 28 anni di carcere Alessandro Pasini, l’impiegato 46enne accusato di aver ucciso, la notte della vigilia di Ferragosto del 2020, l’amica Sabrina Beccalli, 39 anni e mamma di un ragazzino di 16, in un appartamento di via Porto Franco. Il movente? Per l’accusa un’avance sessuale rifiutata dopo aver consumato, insieme, cocaina. Pasini caricò il corpo di Sabrina sulla Fiat Panda di lei parcheggiata sotto casa e nella tarda serata diede fuoco ad auto e cadavere nella campagna di Vergonzana. Il pm Saccaro, che ha riversato la sua requisitoria in dodici pagine, aveva chiesto 30 anni per omicidio volontario, più 12 per occultamento e distruzione di cadavere, incendio e crollo di edificio. Da 42 anni, la riduzione a 28 per lo sconto di un terzo previsto dal rito abbreviato. Pasini, detenuto nel carcere di Monza, si è sempre dichiarato innocente, sostenendo che ad uccidere l’amica sia stato un malore; ammettendo comunque d’averne distrutto il corpo «preso dal panico».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400