Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

ELEZIONI AMMINISTRATIVE

Pizzighettone, Moggi si conferma sindaco

Battuto lo sfidante Giancarlo Bissolotti con 494 voti di scarto

Elisa Calamari

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

04 Ottobre 2021 - 16:55

Pizzighettone, Moggi si conferma sindaco

PIZZIGHETTONE - Una vittoria schiacciante, con quasi 500 voti di divario, ha riconsegnato a Luca Moggi la fascia da sindaco. I 3.146 elettori (a recarsi alle urne è stato il 60,66% degli aventi diritto) si sono così divisi: 1.750 hanno scelto il primo cittadino uscente e la sua ‘Alleanza civica’, in 1.256 hanno invece deciso di dare fiducia allo sfidante Giancarlo Bissolotti e alla sua ‘Insieme si cambia Pizzighettone’. Il responso è stato categorico: 58,22% contro 41,78%. Va detto che in due sezioni su 9 ha però prevalso la lista di centrosinistra: la numero 8 di Regona in cui votano i cittadini di Ferie (91 voti per Bissolotti, 77 per Moggi) e la numero 9 (117 per Bissolotti e 115 per Moggi). Testa a testa nella sezione 2 (Moggi ha prevalso per soli due voti di differenza) e scarto netto invece in tutte le altre, con la forbice più ampia che è stata registrata nel seggio 5: 65,64% per Moggi contro 34,36% per Bissolotti.

Arrivato sotto i portici del palazzo comunale a metà pomeriggio, accolto da applausi e strette di mano, il politico leghista ha commentato a caldo: «Una vittoria che ci dà grande entusiasmo e allo stesso tempo consapevolezza. Durante questa campagna elettorale ne abbiamo viste e sentite di tutti i colori, ma abbiamo smontato il cosiddetto teorema della sinistra: hanno ripetuto che la somma dei voti di cinque anni fa non ci avrebbe permesso di vincere, invece eccoci qui. Abbiamo addirittura migliorato il risultato del 2016. La prima cosa che farò? Beh c’è subito da lavorare, partendo dal solco che abbiamo tracciato negli ultimi cinque anni. Domani andrò in ufficio, che avevo liberato nelle ultime ore».

Moggi non si sbilancia sulla composizione della giunta, ma si dice soddisfatto di avere ancora in squadra persone con esperienza che lo hanno affiancato anche nel primo mandato. Come i veterani Gianluca Pinotti (per lui record di preferenze, ben 287), Anna Alquà (152 preferenze) e Sergio Barili (63). Confermato anche il suo vice degli ultimi cinque anni, Marco Boccoli (98) e il capogruppo Cristiano Casati (75). Poi le new entry, fra cui il giovanissimo Matteo Maitti che a soli 18 anni entra per la prima volta in consiglio comunale con 72 preferenze. Entrano in consiglio anche Sara Pacilli (84) e Laura Spelta (72). A festeggiamenti e brindisi, che hanno preceduto il momento della proclamazione ufficiale in sala consiliare da parte del presidente del seggio 1 Antonio Della Torre, ha preso parte anche Giuseppe Trespidi dell’Udc: «Nonostante il 10% in meno di votanti, la lista ha avuto 300 voti in più di cinque anni fa. Un risultato straordinario».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400