il network

Mercoledì 22 Novembre 2017

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero


Collezione di tappeti anatolici antichi

Piccola ma interessante collezione di tappeti anatolici antichi annodati tra la fine del XIX e la prima decade del XX secolo

Collezione di tappeti anatolici antichi

Bergama primi del XX secolo cm 167x215

Morandi Tappeti

Morandi Tappeti

Biografia

Biografia

tutti i post dell'autore

Calendario dei post

Ultimo quarto del XIX secolo cn 124x140


L’annodatore all’atto di iserire la trama tra una fila di nodi e l’altra ha avuto il vezzo di cambiarne il colore in modo da formare una Mirhab (preghiera) all’interno del tappeto, così facendo quest’importante simbologia religiosa viene ripetuta due volte la prima in modo palese leggibile in tutta la sua bellezza dalla parte del vello, un’altra volta nascosta all’interno, nella struttura del tappeto e creata con le trame. Anche un semplice annodatore di tappeti può esprimersi lanciando messaggi profondi

Ghiordes XIX secolo 148x195

 

Kirsehir XIX secolo cm 55x88

L ‘introduzione dei primi coloranti all’anilina nella tinture delle lane di questo tappeto si evidenzia mettendolo a confronto con il precedente.








Preghiera anatolica dal rarissimo campo color verde chiaro, equilibrata e dalla finissima annodatura, presenta motivi di origine armena ed influenze karabagh. Alcuni restauri conservativi fanno in modo che il buono stato in cui si trova possa durare a lungo.





Il tradizionale campo stretto incorniciato da un’ampia bordura, caratteristico delle preghiere di Melas, viene esasperato fino a farlo sembrare anch’esso un disegno di bordura; inconsueta la mancanza della Mihrab ma magistralmente giocate le cornici. Splendide le bianche lane lucentissime, mentre la cornice a fondo azzurro sembra illuminare le parti nere e testa di moro consuntesi precocemente. L’ossido di ferro, usato per tingere le lane, ha sì causato l’abbassamento del vello ma ha creato delle particolarissime abrash. Splendido esemplare d’alta epoca che ricorda i tappeti denominati transilvania rinvenuti in alcuni monasteri in Romania ma anche in altri paesi dell’est. Eccellente lo stato di conservazione.

dal Blog Morandi Tappeti

15 Settembre 2015