Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

LA STRAGE INFINITA

Pierina e Francesco: sposi da due anni, amavano la vita

Vescovato: «Si volevano bene, bastava guardarli per capirlo». Funerali da fissare

Email:

redazione@laprovinciacr.it

13 Maggio 2021 - 10:00

Pierina e Francesco: sposi da due anni, amavano la vita

Francesco Mottana e la moglie Pierina Stagnoli

VESCOVATO - Una coppia molto affiatata, sorridente che, con un semplice sguardo riusciva a capirsi. Inseparabili nella vita ed ora per l’eternità. Nonostante i funerali non siano ancora stati fissati, i familiari hanno deciso che anche l’ultimo viaggio lo percorreranno assieme, fianco a fianco, nella chiesa parrocchiale di San Leonardo a Vescovato.

«Bastava guardarli, i loro occhi e il loro sorriso dicevano tutto». Con queste parole amici e conoscenti hanno voluto ricordare Pierina Stagnoli e Francesco Mottana. Assieme condividevano la passione del ballo. Quando ancora l’emergenza sanitaria non aveva fermato le iniziative, amavano andare a ballare. Ed ora che non si poteva uscire di casa, si dilettavano tra le mura domestiche. Guardando le foto scattare da Pierina e pubblicate sui social emerge il suo grande amore per i fiori e le piante. Il suo giardino di via Ottorino Beltrami a Vescovato era rigoglioso e specchio del suo innato pollice verde.

Da quindici anni, dopo essere rimasti vedovi, erano una coppia. E l’11 gennaio del 2020 avevano deciso di compiere il grande passo: si erano sposati attorniati dagli affetti più stretti. Di quel giorno restano le foto su Facebook, lei in abito rosa color pastello, lui con un elegantissimo abito blu con i figli e nipoti nati dai due precedenti matrimoni. Il primo cittadino Gianantonio Conti ricorda ancora quel giorno.
«Quando ho suggellato la loro unione – racconta – ho visto nei loro occhi amore e complicità. Si vedeva che erano persone innamorate, affiatate, molto felici. Quando ho saputo della tragedia sono rimasto davvero colpito. A nome di tutta l’amministrazione comunale, mi stringo al dolore delle famiglie colpite da questa drammatica e improvvisa perdita. Mi sento personalmente ancor più coinvolto emotivamente essendo stato io a congiungerli in matrimonio nel gennaio del 2020».

La figlia di Pierina, Mariuccia, residente a Cella Dati non se la sente di dire nulla. Il dolore per la perdita della mamma e di Francesco è troppo grande. «Non ce la faccio» commenta dalla soglia di casa che, con garbo, viene richiusa. Un dolore troppo profondo quello che sta affrontando sostenuta dall’affetto del marito e della figlia.
Nel frattempo amici e familiari aspettano le ultime formalità burocratiche per poi fissare la data dell’ultimo e straziante saluto. Un’unione destinata ad andare oltre la morte, Pierina e Francesco rimarranno sorridenti mano nella mano anche ora che non ci sono più.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400