Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMA

Insulta la polizia sui social mentre è agli arresti domiciliari, indagato

Maxi controlli del Commissariato: anche due denunce per furto aggravato e possesso di oggetti atti a offendere

La Provincia Redazione

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

17 Maggio 2022 - 15:30

Insulta la polizia sui social mentre è agli arresti domiciliari, indagato

CREMA - Negli ultimi giorni il Commissariato di P.S. di Crema ha attivato operazioni di controllo a vasto raggio nei luoghi maggiormente frequentati e ritenuti più sensibili come: stazione ferroviaria, parcheggi, adiacenze di complessi alberghieri, locali pubblici, ecc., per contrastare fenomeni criminosi di micro criminalità quali: gli scippi, i furti in abitazione e i borseggi.

Un giovane di 20 anni, di origine marocchina, residente a Crema, è stato indagato per il reato di oltraggio a un corpo politico, amministrativo o giudiziario. A seguito di un monitoraggio effettuato dal personale della polizia sui social più diffusi, è stato trovato un video in cui l'uomo si vede l'uomo riprendere una volante della polizia dal balcone della propria abitazione, postando frasi offensive e connotate dal disprezzo verso le istituzioni. Il giovane in quel momento si trovava agli arresti domiciliari per aver commesso reati contro la persona e il patrimonio.

Una volante la scorsa notte transitando in via Donati ha notato un soggetto in atteggiamento sospetto nelle vicinanze di alcune auto parcheggiate. È stato quindi controllato e trovato in possesso di alcuni oggetti di poco valore presi poco prima da uno dei veicoli e di un taglierino. L'uomo, un cittadino italiano residente in provincia di Bergamo e con precedenti per reati contro il patrimonio, è stato indagato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cremona per i reati di: Furto aggravato e Possesso di oggetti atti ad offendere.

Sempre per furto aggravato è stata indagata una donna di nazionalità albanese che si è impossessata di merce esposta in un negozio di cosmetica del centro cittadino, per un valore complessivo di un centinaio di euro. La commessa, insospettita dal comportamento della donna e accortasi della mancanza della merce, ha richiamato l’attenzione di una volante del Commissariato che stava transitando, fornendo una descrizione della sospettata. Quest’ultima è stata intercettata poco dopo e trovata in possesso degli articoli, restituiti poi alla commessa.

Un cittadino di origine marocchina residente a Castelleone, sottoposto nel luglio del 2021 al provvedimento del “Foglio di Via Obbligatorio” emesso dal Questore di Cremona, con il divieto di far ritorno nel territorio di Crema due anni, è stato sorpreso nei pressi della stazione ferroviaria durante un controllo. Lo straniero è stato indagato all’A.G. di Cremona per la predetta violazione.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400