Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMONA

Pestaggio alla Fabbrica di Pedavena, tre uomini denunciati

Dovranno rispondere di lesioni personali gravi, percosse e rissa. L'episodio risale allo scorso mese di novembre

Daniele Duchi

Email:

dduchi@laprovinciacr.it

28 Marzo 2022 - 15:22

Pestaggio alla Fabbrica di Pedavena, tre uomini denunciati

CREMONA - I carabinieri della Stazione di Cremona, al termine di una lunga e articolata indagine, sono riusciti a identificare e denunciare per lesioni personali gravi, percosse e rissa tre cittadini italiani di 42, 21 e 34 anni, due dei quali residenti in Campania e uno residente in provincia di Pistoia. La denuncia scaturisce dai fatti accaduti all'interno della Fabbrica di Pedavena la sera del 16 novembre scorso, quando i militari erano intervenuti in quanto i dipendenti del locale pubblico erano stati aggrediti con violenza da un gruppo di clienti che si erano dati alla fuga prima che potessero essere identificati.

Quella sera, infatti, nel locale era presente un gruppo di una decina di clienti, successivamente identificati in persone che si trovavano a Cremona per una manifestazione. Avevano già cenato le sere precedenti nel locale e avevano già creato qualche problema, venendo richiamati per le loro intemperanze e l'atteggiamento maleducato ed aggressivo. Quella sera però hanno superato i limiti, provocando pesantemente un dipendente del locale. Gli screzi sono durati tutta la serata e quando il gruppo si è alzato per recarsi alla cassa, uno di loro ha colpito al volto il dipendente del locale con un violento schiaffo, facendolo cadere a terra. A quel punto l’uomo è stato circondato da alcuni del gruppo ed è stato tempestato di calci e pugni. Vista la scena, altri due dipendenti, un uomo e una donna, sono intervenuti per proteggere il collega, ma sono rimasti a loro volta vittima di aggressione.

Quando la pattuglia dei carabinieri è arrivata, accertato il furioso e brutale pestaggio, la vittima è stata accompagnata all’ospedale di Cremona dove gli è stata riscontrata una grave frattura all’avambraccio sinistro, conseguenza dei violenti calci subiti, riportando lesioni per 60 giorni di cure. Gli altri due dipendenti non hanno riportato lesioni, ma solo percosse che non hanno avuto bisogno di cure. Avviate subito le indagini, i militari - grazie alle informazioni acquisite dalle vittime e da altri clienti che hanno assistito alla scena - sono riusciti ad identificare i tre più violenti del gruppo di clienti.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400