Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

RIVAROLO DEL RE

Maltrattamenti in famiglia: picchiava da anni la moglie, allontanato da casa

I Carabinieri alcuni giorni fa hanno sottoposto un uomo del luogo alla misura cautelare, emessa dal Tribunale di Cremona

La Provincia Redazione

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

12 Febbraio 2022 - 13:58

Maltrattamenti in famiglia: picchiava da anni la moglie, allontanato da casa

RIVAROLO DEL RE - I Carabinieri della Stazione di Rivarolo del Re alcuni giorni fa hanno sottoposto un uomo del luogo alla misura cautelare, emessa dal Tribunale di Cremona, dell’allontanamento dalla casa familiare e del divieto di avvicinamento all’abitazione, al luogo di lavoro e a tutti i luoghi frequentati dalla moglie.

Il provvedimento è stato emesso a seguito di una segnalazione giunta dall’ospedale di Casalmaggiore presso cui si era presentata una donna malmenata dal marito che l’aveva aggredita per l’ennesima volta.

La donna è stata quindi sentita dai Carabinieri e ha spiegato cosa era accaduto tra lei e il marito a partire dal 2013 fino ai giorni scorsi. I Carabinieri hanno quindi raccolto tutte le dichiarazioni della donna che ha riferito di essere oggetto di continui maltrattamenti da parte dell’uomo che a partire dal 2013, dopo semplici litigi verbali, è poi passato alle vie di fatto pestando in più occasioni la moglie con calci e pugni, insultandola e minacciandola di morte.

Gli episodi verbalizzati dai militari raccontavano quindi di un’escalation di violenze fisiche e morali con una situazione che stava peggiorando perché l’uomo era sempre più aggressivo, l’ultimo dei quali accaduto a fine dicembre 2021 quando, a seguito di un litigio della coppia per le eccessive spese dell’uomo, è stata minacciata nuovamente di morte ed è stata colpita violentemente con dei pugni sul corpo, provocandole delle lesioni per 10 giorni di cure.

La donna non lo aveva mai denunciato, ma visto l’aggravarsi della situazione e temendo per la sua incolumità, si è finalmente convinta a rivolgersi ai Carabinieri che hanno ricostruito quanto accaduto tra le mura domestiche.

I Carabinieri, conclusa la ricostruzione dei fatti e delle responsabilità dell’uomo, hanno informato della violenza domestica e delle conseguenti lesioni cagionate alla donna l’Autorità Giudiziaria, che ha emesso tempestivamente il provvedimento inibitorio eseguito dagli stessi militari.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400