Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMA

Cantiere del sottopasso: dagli scavi affiora un tunnel

Il manufatto scoperto durante le opere di sbancamento. Ora si attende il sopralluogo dei funzionari della Soprintendenza

Stefano Sagrestano

Email:

stefano.sagrestano@gmail.com

20 Gennaio 2022 - 05:20

Cantiere del sottopasso: dagli scavi affiora un tunnel

Il tunnel affiorato durante gli scavi per la realizzazione del sottopasso

CREMA - Un misterioso cunicolo affiora dal sottosuolo di Crema. Per ora non ci sono certezze sull’entità della scoperta: per saperne di più servirà il parere di un archeologo della Soprintendenza di Cremona e Mantova. Da un paio di giorni dagli scavi in corso per la realizzazione del sottopasso veicolare ferroviario di via Stazione, è emerso un manufatto che potrebbe essere antico, e sembra, almeno ad un primo sguardo, un tunnel che forse un tempo serviva da collegamento tra edifici presenti in zona. Gli operai e i tecnici che si stanno occupando del cantiere hanno circoscritto l’area e comunicato – come prevede la prassi in questi casi – il ritrovamento alla Soprintendenza.

Rete ferroviaria italiana, che ha appaltato i lavori del sottopasso, ha comunque assicurato che il resto dell’opera procede. Già l’anno scorso il cantiere aveva subito qualche intoppo tecnico che ha portato a un ritardo stimato intorno ai sei mesi, per via di importanti fondamenta da demolire trovate durante la bonifica dell’area ex Ferriera, dove si svilupperà buona parte del tunnel che collegherà via Stazione con via Gaeta, consentendo così al Comune e a Rete ferroviaria italiana di chiudere in via definitiva il passaggio a livello del viale di Santa Maria, incubo quotidiano per migliaia di cremaschi. Sarà la fine delle code e delle perdite di tempo, ogni volta che un treno entra o esce dalla stazione cittadina.

gli scavi

Gli scavi in corso per la realizzazione del sottopasso veicolare ferroviario di via Stazione

UN ANNO PER COMPLETARE I LAVORI.

Per completare i lavori ci vorrà almeno un anno, nel frattempo dovrebbe prendere il via anche un secondo cantiere, quello per la riqualificazione della stazione ferroviaria, l’edificio centrale e la realizzazione del sottopassaggio pedonale, necessario per mettere in sicurezza l’attraversamento dei binari. I lavori del sottopasso veicolare sono portati avanti da un’impresa selezionata da Rete ferroviaria italiana. La spesa è di cinque milioni e 450mila euro, 2,5 finanziati da Rete ferroviaria italiana, 1,76 dalla Regione, 1,3 dal Comune oltre al sostegno della Fondazione Cariplo

I lavori si erano aperti con la bonifica dell’area ex Ferriera, quindi sono iniziati gli scavi per realizzare il tunnel vero e proprio, all’interno del quale verrà spinto il manufatto che sarà il corpo centrale del sottopasso.

A fianco, verrà ricavato anche un tracciato protetto per pedoni e ciclisti. La nuova viabilità metterà in comunicazione via Stazione con via Gaeta. Sono invece in ritardo e di fatto al palo (c’è stato uno slittamento di oltre sei mesi) i restanti lavori di riqualificazione della stazione ferroviaria.

Innanzitutto il sottopasso pedonale, per mettere fine all’attraversamento dei binari in superficie, ma anche la ristrutturazione dello stabile con annessa sala d’attesa, la nuova pensilina al binario 2 e il resto dei lavori. I lavori sono portati avanti da un’impresa selezionata da Rete ferroviaria italiana.

La spesa è di cinque milioni e 450mila euro, 2,5 finanziati dalla stessa Rfi, 1,76 dalla Regione, 1,3 dal Comune oltre al sostegno della Fondazione Cariplo.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • magdafranzoni

    20 Gennaio 2022 - 06:31

    Potrebbe essere il tunnel che dal Convento di S. Maria della Croce dei Carmelitani Scalzi (ora Scuola di Agraria), adiacente alla Basilica di S. Maria della Croce, arrivava in città.

    Report

    Rispondi