Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

LA RIVOLUZIONE DELLA VIABILITA'

Crema, il sottopasso alla ferrovia collegato all’area ex Olivetti

Dalla futura rotatoria di via Gaeta una nuova strada che decongestionerà il quartiere di Santa Maria

Antonio Guerini

Email:

aguerini@laprovinciacr.it

23 Ottobre 2021 - 09:42

Crema, il sottopasso alla ferrovia collegato all’area ex Olivetti

Nella ricostruzione al computer come sarà l'imbocco del sottopasso ferroviario in via Stazione

CREMA - Prende forma anche la viabilità a servizio del sottopasso ferroviario in avanzato stato di realizzazione che da via Stazione sbucherà in via Gaeta. Già era noto che proprio lì a ridosso del canale Vacchelli sarà realizzata una rotatoria, che avrà come sbocco anche una nuova strada, chiamata a collegare la zona industriale dell’ex Olivetti. Dunque, una volta impegnata la rotatoria a destra verso viale Santa Maria (che ovviamente rimarrà percorribile), a sinistra lungo via Gaeta in direzione del sottopasso di via Indipendenza e si vuole si prosegue in direzione Santa Maria, per un breve tratto — riqualificato — lungo via Mulini e poi si imbocca la nuova arteria.

Lo sbocco di quest’ultima è in corrispondenza di un’altra rotatoria, quella che porta anche nell’area ex Olivetti. Nuovo collegamento che non risolverà i problemi di quell’aerea industriale (compito affidato alla futura tangenzialina) ma che avvicinerà ulteriormente il centro città alla zona produttiva. E che — fattore non di poco conto — eviterà di intasare il quartiere di Santa Maria. Il costo non sembra essere ancora stato quantificato, perché potrebbero essere necessari degli espropri. Mentre c’è quello relativo alla nuova rotatoria di via Gaeta: 215 mila euro, garantiti per metà dal Comune e per l’altra metà dal supermercato Famila, che proprio lì aprirà un nuovo punto vendita. Operazione, nuova strada compresa, studiata e messa su carta dall’assessore all’Urbanistica Cinzia Fontana.

Come sarà la stazione ferroviaria di Crema dopo l’intervento di riqualificazione


Rimane da fissare la data di consegna dei lavori del manufatto atteso da oltre 50 anni. Al riguardo la prossima settimana l’assessore ai Lavori pubblici Fabio Bergamaschi sarà nel cantiere per un sopralluogo e per fare il punto. Non il primo.
L’idea, o meglio, l’ipotesi iniziale era di arrivare al classico taglio del nastro alla scadenza dell’attuale mandato elettorale elettorale del sindaco Stefania Bonaldi: tarda primavera del prossimo anno. «Il cronoprogramma dei lavori — aveva dichiarato Bergamaschi su queste stesse colonne — prosegue senza intoppi e credo che verrà rispettato. E l’estate prossima, vale a dire tra meno di un anno, il sottopasso da via Stazione a via Gaeta sarà pronto». Contestualmente alla consegna del sottopasso verrà chiuso il passaggio a livello di viale Santa Maria. A sua volta qui è previsto un sottopasso ciclo-pedonale. Senza scordare che nel «pacchetto» è compresa anche la riqualificazione della stazione ferroviaria.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400