Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMONA

Carabinieri, weekend di controlli: notte brava di uno straniero arrestato per resistenza e lesioni

Visitati due esercizi pubblici, una discoteca e un ristorante: su 267 persone, una sola sanzionata perché sprovvista di mascherina protettiva

Daniele Duchi

Email:

dduchi@laprovinciacr.it

13 Dicembre 2021 - 12:38

Carabinieri, weekend di controlli: arrestato uno straniero per resistenza e lesioni

CREMONA - Proseguono i controlli presso i pubblici esercizi per il rispetto della vigente normativa anticovid, in particolare per la verifica dell’uso dei dispositivi di protezione e del possesso del green pass. Infatti, nella notte tra sabato 11 e domenica 12 dicembre i Carabinieri della Compagnia e del NAS di Cremona hanno svolto un servizio congiunto che ha visto l’impiego di alcune pattuglie nel capoluogo per la verifica delle disposizioni relative al contenimento della diffusione del virus Covid-19. Durante il servizio sono stati controllati due esercizi pubblici, una discoteca e un ristorante, con il controllo di green pass e mascherine nei confronti di 267 persone. Tutte le persone sono risultate in possesso di regolare certificazione per accedere o lavorare nei locali, mentre una sola persona è stata sanzionata per 400 euro perché sprovvista di mascherina protettiva. I controlli continueranno anche nei prossimi giorni e saranno intensificati nei fine settimana.

LA NOTTE BRAVA DEL 37ENNE

Nel corso della stessa notte i carabinieri della Sezione Radiomobile di Cremona hanno arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni aggravate un cittadino straniero di 37 anni, pluripregiudicato. Alle 3 circa di domenica notte, la Centrale Operativa ha inviato una gazzella presso la discoteca Juliette 96 perché la sicurezza del locale aveva segnalato la presenza di un uomo che disturbava  e che era molto violento e in preda ai fumi dell’alcol. Giunti sul posto, i militari hanno riconosciuto lo straniero, noto per i suoi trascorsi giudiziari, che urlava frasi senza senso e sbracciava verso chiunque incontrasse. L’uomo si è subito avvicinato ai militari e ha urlato frasi di minaccia verso i buttafuori del locale. Mentre i carabinieri cercavano di calmarlo, il 37enne improvvisamente è partito di corsa in direzione dei due addetti alla sicurezza del locale. I militari lo hanno bloccato prima dello scontro fisico e per liberarsi ha spintonato entrambi i carabinieri, gettando uno di loro a terra. A quel punto l'uomo è stato immobilizzato e ammanettato, riuscendo ugualmente a colpire con violenza il polso di un militare, continuando a urlare verso tutti i presenti e minacciando gravi conseguenze ai militari e ai loro familiari se non lo avessero immediatamente liberato. Dopo averlo accompagnato in auto, i militari hanno saputo dagli addetti alla sicurezza del locale che il 37enne, palesemente ubriaco, aveva iniziato a disturbare i clienti in maniera molesta e fastidiosa. Inoltre, all’esterno del locale aveva anche colpito con un pugno un ragazzo.

FUORI CONTROLLO

Mentre veniva accompagnato presso la caserma Santa Lucia, durante il viaggio l'uomo ha sferrato diverse testate sul finestrino dell’auto e della barriera interna di protezione, continuando a minacciare i militari. In caserma il 37enne, completamente fuori controllo, ha colpito con delle testate le vetrate antisfondamento delle porte e delle finestre della camera di sicurezza in cui era stato portato, fortunatamente non procurandosi lesioni. A quel punto è stato necessario richiedere l’intervento di personale sanitario del 118 per calmarlo e visitare un militare che, per i colpi ricevuti, ha subito lesioni a un polso per tre giorni di cure. L’uomo è stato quindi arrestato per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale ed è stato trattenuto nelle camere di sicurezza della caserma in attesa di essere accompagnato all’udienza di convalida dell’arresto.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400