Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMONA. IL CASO

Taglio alberi: «Piantumazioni, ora un piano insieme alla città»

Forza Italia e Viva Cremona: «Basta improvvisazione. Chiediamo un concorso di progettazione per la riqualificazione funzionale e paesaggistica delle vie Serio e Fulcheria»

La Provincia Redazione

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

29 Settembre 2021 - 16:34

Taglio alberi: «Ripiantumazioni, ora un piano insieme alla città»

CREMONA - All'indomani delle linee guida comunicate dall'amministrazione comunale sulla sostituzione dei 133 alberi abbattuti, Forza Italia e Cremona Viva hanno redatto un comunicato a firma di Carlo Malvezzi, Federico Fasani, Saverio Simi e Maria Vittoria Ceraso, dove pongono l'accento sull'importanza della ri-piantumazione ma coinvolgendo la città.

«Con il taglio delle piante di Via Serio e Via Fulcheria, la maggioranza ha deliberatamente scelto di recidere il dialogo e il confronto tra chi vive la città e chi l’amministra.  L’autoreferenzialità e l’arroganza sono diventati i criteri  con i quali  viene affrontato quotidianamente il governo della cosa pubblica da parte della Giunta Galimberti.  Sorda agli appelli di associazioni, cittadini e della stessa minoranza, la Giunta ha proceduto a testa bassa realizzando  un devastante intervento di abbattimento di piante generando un rilevantissimo danno ambientale e paesaggistico in alcune tra le vie più belle di Cremona.

Lo hanno fatto ignorando anche le “Linee guida per la gestione del verde” stabilire dal Ministero dell’Ambiente che prevedono esplicitamente l’obbligo di eseguire un’accurata “valutazione e gestione del rischio”, attività non compresa nella perizia affidata da AEM su mandato del Comune di Cremona, per ammissione degli stessi tecnici incaricati. Hanno voluto agire in fretta per cercare di contenere l’imbarazzo e il malcontento che serpeggia anche tra i più convinti sostenitori di una maggioranza che tradisce ogni giorno impegni e promesse. 

Ma suscita ancora più preoccupazione la constatazione che la Giunta Comunale intende mantenere il medesimo approccio disordinato e approssimativo anche per  il futuro intervento di ripiantumazione.

Leggiamo con un certo sconcerto che, seguendo una logica esclusivamente aritmetica, la Giunta sta ipotizzando di sostituire le piante abbattute con con altrettanti elementi arborei, di differenti essenze, prescindendo da un accurato progetto di riqualificazione funzionale e paesaggistica delle vie interessate dagli abbattimenti più invasivi. Le piante vengono equiparate a birilli o a pali della luce che possono essere eliminati e ricollocati a bordo strada senza alcuna logica e senza alcuno studio da parte di esperti in materia agronomica, paesaggistica e architettonica. 

Chiediamo che vengano redatti quanto prima e presentati alla cittadinanza e alla commissione ambiente accurati  progetti  di riqualificazione delle strade cittadine, partendo da quelle più colpite dagli abbattimenti, progetti completi di rendering, elaborati secondo rigorosi criteri tecnici e scientifici, sulla base di essenziali linee guida fornite dal Comune di Cremona. Crediamo che il concorso di progettazione possa rappresentare la strada maestra per premiare la migliore soluzione  proposta da un pool di professionisti dotati delle necessarie conoscenze ed esperienze. Diamo spazio alla creatività e alla competenza. Riallacciamo la relazione tra istituzione e cittadinanza che la sinistra ha voluto troncare. 

Per evitare nuovi clamorosi errori ed uscire dalla pericolosa logica dell’improvvisazione, abbiamo presentato un Ordine del Giorno, che discuteremo in Consiglio Comunale nel mese di Ottobre, attraverso il quale chiediamo di rivedere profondamente la delicata tematica della programmazione e gestione dei sistemi verdi urbani, che dovranno essere integrati con la programmazione urbanistica. A distanza dei 8 anni dalla data di entrata in vigore della Legge 10 del 2013, il Comune di Cremona è ancora sprovvisto di un censimento completo del proprio patrimonio e di un piano del verde».

 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400