Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CASALMAGGIORE

Schiamazzi, bici e rifiuti abbandonati: raccolta firme e petizione

Malumori e disagi tra i residenti di vicolo Centauro. «Vorremmo tornare al rispetto delle regole»

Fabio Guerreschi

Email:

fguerreschi@laprovinciacr.it

15 Settembre 2021 - 10:29

Schiamazzi, bici e rifiuti abbandonati: raccolta firme e petizione

I sacchi dei rifiuti lasciati in vicolo Centauro a Casalmaggiore

CASALMAGGIORE - Disagi e malumori dei residenti di vicolo Centauro di Casalmaggiore per la situazione che si crea soprattutto nelle ore serali e notturne. Secondo i residenti il vicolo è il teatro di schiamazzi, piccoli atti vandalici, abbandono di rifiuti e soprattutto tanta maleducazione da parte dei frequentatori della strada. Una strada — tra le più belle, antiche e caratteristiche della città — che si anima di sera per la presenza di un paio di locali pubblici e per il fatto di sbucare in piazza Garibaldi, vero centro nevralgico di Casalmaggiore. Così i residenti hanno raccolto le firme e scritto una petizione al sindaco Filippo Bongiovanni per chiedere un incontro. Intanto il portavoce dei residenti ha contattato il comandante della stazione dei carabinieri il maresciallo maggiore Giuliano Bertinelli che si è reso disponibile a un incontro pubblico con i residenti di vicolo Centauro per affrontare il problema.

Una scena di vita notturna nella strada


«La situazione — dice il portavoce dei residenti di vicolo Centauro — inizia davvero a essere invivibile. I problemi e le criticità, che abbiamo elencate nella petizione mandata al sindaco, cominciano a essere pesanti. Gli schiamazzi ormai sono a volte durante il giorno e si intensificano soprattutto nelle ore serali e notturne, alcune persone urinano o defecano sui muri delle abitazioni, chi passa in bicicletta lo fa talmente forte che diventa un vero e proprio pericolo per i pedoni, alcune auto vengono parcheggiate selvaggiamente e lasciate lì per ore. Come se non bastasse tutto questo, sono stati notati spesso alcuni adolescenti ubriachi e rifiuti, di varia natura, che vengono lasciati per giorni nella via. La Casalasca Servizi passa, ma non li raccoglie, perché non sono a norma e non rispettano le regole della raccolta differenziata. Così questi rifiuti rimangono lì giorni e giorni. Speriamo — conclude il portavoce dei residente — che le 74 firme raccolte portano a qualche risultato per tornare a una quotidianità più tranquilla e rispettosa delle regole». Un insieme, quindi, di piccoli e spiacevoli episodi, ma continui, che stanno esasperando i residenti di vicolo Centauro. In attesa dell’incontro chiesto a Bongiovanni e l’incontro pubblico con Bertinelli, i residenti attendono pazientemente l’evolversi della situazione. Una situazione dunque non particolarmente incandescente, ma nella civilissima e tranquilla Casalmaggiore anche una bottiglia abbandonata per strada o un vociare un po’ più intenso del normale può suscitare quel clamore che in altre posti sarebbe considerata la normalità.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400