Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMONA

Mina, i versi della Tigre in dialetto nel video «IlluMina»

Elena Ravelli e Augusto Bagnoli cantano in vernacolo in un divertente filmato ideato e realizzato da ProCremona

La Provincia Redazione

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

22 Dicembre 2021 - 16:54

CREMONA - È davvero l’inverno di Mina in città. E per chi non fosse ancora convinto - dopo le luminarie con i versi di alcune delle più celebri canzoni della Tigre e la filodiffusione per le vie del centro - ora sul web è arrivato un divertentissimo video, tutto natalizio, con protagonisti Elena Ravelli e Augusto Bagnoli alle prese con una reinterpretazione dialettale (ma non solo) di alcuni dei più celebri brani della cantante.

OMAGGIO ALLA CREMONESITA'.

Un omaggio esplicito a Mina, ma soprattutto alla cremonesità e ai cremonesi: «Cala la sera su Cremona, le luminarie si accendono, le persone si ritrovano al bar e ordinano un ‘uno in due’ e si lasciano conquistare dal fascino della nostra città accompagnati dalle note dei successi della Tigre di Cremona», spiegano da Pro Cremona gli ideatori del video, realizzato con la collaborazione del quotidiano La Provincia, Vanoli, Juvi, U.S. Cremonese, Fondazione Teatro Ponchielli, Cremona 1, Confcommercio Cremona, Kandoo, Franca e Luciano e Caffè in Piazza. Un tripudio di colori, visioni e immaginari di casa nostra girato fra piazza Stradivari, via Solferino, piazza del Comune, Galleria 25 aprile, piazza Roma, corso Mazzini e il teatro Ponchielli: un greatest hits ironico e rischiarato da luci e vetrine nel quale le voci di Ravelli e Bagnoli si rincorrono riscrivendo in dialetto i testi di Amor mio, Città vuota, Se telefonando.

TERZO CAPITOLO.

È questo il terzo capitolo di una serie di video in cui Ravelli e Bagnoli rivisitano in note grandi classici dell'immaginario ‘made in Cremona’, dopo i due successi di un paio di anni fa: Marubini e Bolliti e

«Da tempo ci dicevamo che avremmo dovuto tornare a fare qualcosa insieme. Le luminarie hanno dato lo spunto, e così è nata l’idea di un omaggio a Mina - spiega Bagnoli -. Abbiamo provato a tradurre i testi in dialetto: alcune parti erano complesse, quindi abbiamo inserito anche inserti in francese e spagnolo, due lingue che hanno contaminato il nostro vernacolo. Paola Corti ci ha aiutato nella traduzione, mentre Loris Braga e Simone Borsi hanno curato la parte musicale. La voce di Elena è però ciò che fa sempre splendere tutto… insomma io sono un abusivo lì! Ma un ringraziamento va anche al mitico Gianni del ristorante Kandoo (Janxin Zhou), a Francesco Cardini e Corrado Venturini con tutto il Caffè in piazza, e cioè i tre personaggi che si vedono nella scena iniziale».


RACCONTO DI EMOZIONI.

Un racconto che si rispecchia nel commento di una Elena Ravelli che, solo a parlarne, si commuove un po’, rivelando tutta la passione e l’entusiasmo profusi in questo omaggio alla città: «Augusto ha la capacità straordinaria di coinvolgere con suo sorriso - spiega -: avevamo pochissimo tempo e siamo riusciti a fare comunque questa cosa, realizzata con cuore e con gioia, senza prendersi sul serio, ma dedicando un momento a Cremona in modo leggero, ripercorrendo la cremonesità attraverso il dialetto, le persone e i luoghi… dando risalto a queste luminarie il cui ricavato della futura vendita andrà devoluto a Occhi Azzurri Onlus. Da qui il titolo del video IlluMina: sperando che anche il Natale sia in grado di regalarci almeno un po’ di questa luce. Il fatto di condividere questa esperienza con persone che si impegnano per la città è qualcosa di bello e di raro! Abbiamo coinvolto anche alcune mie allieve della Pontesound, la scuola di musica che ci ha prestato i locali per provare. Abbiamo scelto Mina perché Mina è Cremona, ed è anche parte della mia storia canora (Elena da anni porta in scena un apprezzatissimo spettacolo-tributo alla Tigre, ndr). Fra l’altro Mina si era esibita in un duetto dialettale con Gino Bramieri in un momento molto ironico della sua carriera. Anche per questo ci siamo buttati sul dialetto».

Pro Cremona ricorda che, seguendo l'iniziativa di Confcommercio Cremona, Le Botteghe del Centro di Cremona e SGP Eventi, le luminarie saranno messe all’asta il prossimo marzo per sostenere e finanziare il Centro Sinapsi di Occhi Azzurri Onlus.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400