Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CALCIO SERIE B

La Cremonese sfida il tabù Vicenza

Grigiorossi in campo al Menti alle 20.30. Pecchia: "Dopo lo stop col Perugia serve la giusta reazione"

Ivan Ghigi

Email:

ighigi@laprovinciacr.it

26 Settembre 2021 - 15:52

La Cremonese sfida il tabù Vicenza

CREMONA - Vicenza non evoca bei ricordi: l’anno scorso prese ai grigiorossi sei punti e al Menti la Cremonese può vantare un solo successo in Coppa Italia e nessuno in campionato. Dopo cinque sconfitte consecutive, oggi sulla panchina della Lane Rossi siederà per la prima volta Cristian Brocchi, tecnico che sa come si batte la Cremonese, anche se lo ha fatto alla guida del Monza. Questa sera (ore 20.30) va in scena una sfida tra due squadre che stanno compiendo percorsi diversi: la squadra di Pecchia sta sviluppando e migliorando il calcio che ha iniziato un anno fa, il Vicenza si ritrova improvvisamente senza riferimenti dopo una promozione e una salvezza conquistata senza eccessiva sofferenza con l’ormai ex Di Carlo.

DIMENTICARE PERUGIA

Fabio Pecchia vorrebbe mettersi alle spalle il ko contro il Perugia, ma la squalifica che lo ha tenuto lontano dai microfoni a fine gara lo ha costretto a tornare sul match dello Zini: «Siamo caduti nel tranello degli avversari e ci siamo fatti del male - commenta -. Questo è sotto gli occhi di tutti. Quando è in corso un progetto di costruzione e di ricerca della propria identità forte si passa anche attraverso questi episodi che hanno coinvolto tutti, nessuno escluso. Però sappiamo che c’è un’altra gara che ci permette di fare vedere il nostro reale valore. Abbiamo fatto tutte le valutazioni del caso e probabilmente da gennaio a oggi è l’unico episodio in cui la Cremonese ha dimostrato di essere poco Cremonese. Abbiamo subito tutto quello che la partita ha proposto e lo abbiamo pagato a caro prezzo, ma quello che abbiamo costruito finora ci deve dare fiducia e permetterci di affrontare con lo spirito giusto, la giusta reazione e la giusta rabbia il prossimo impegno perché noi siamo altro».

CAMBI DI FORMAZIONE

Probabile qualche cambio in formazione: «Sono considerazioni che abbiamo fatto pensando a quanto accaduto l’anno scorso - dice il mister - quando lasciavamo qualcosa per strada proprio nei turni infrasettimanali perché non eravamo ancora ben rodati fino ad arrivare la momento in cui la gara del martedì o mercoledì non era più un problema dal punto di vista fisico. Con il Perugia abbiamo fatto valutazioni che non hanno dato le giuste risposte. A Vicenza però, al di là degli uomini, sono tutti in buona condizione. È tornato in gruppo anche Valzania, mancheranno solo Strizzolo e Alfonso. Però la differenza sta proprio nelle energie fisiche e mentali».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400