Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMONA

Allo Stauffer Center for Strings Carlo Fuortes

Visita privata dell'Ad della Rai testimonianza dell’interesse che l’operato della fondazione italo-svizzera esercita

La Provincia Redazione

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

20 Giugno 2022 - 14:58

Allo Stauffer Center Carlo Fuortes

Carlo Fuortes e Paolo Petrocelli

CREMONA - «Grazie all’Amministratore Delegato della RAI, Carlo Fuortes, per aver visitato lo Stauffer Center for Strings. Un segnale importante di attenzione ed apprezzamento per il lavoro di promozione della cultura e della musica che la Fondazione Stauffer sta portando avanti»: con poche righe sui propri profili social, la Stauffer ha reso nota la visita di Carlo Fuortes, oggi Ad della Rai, ma a lungo Sovrintendente del Teatro dell’Opera di Roma, nonché commissario straordinario del Teatro Petruzzelli di Bari e della Fondazione Arena di Verona, direttore dell’Auditorium Parco della Musica di Roma e, sempre a Roma, direttore generale del Palazzo delle Esposizioni e delle Scuderie del Quirinale.

Manager ed economista, da più di vent'anni svolge studi e consulenze sui temi dell'economia della cultura, con riferimento alla gestione dei teatri, musei e dei beni culturali, allo spettacolo dal vivo, alla televisione e cinema per conto di imprese pubbliche e private, enti locali, musei statali e comunali, sovrintendenze, associazioni di settore e Istituzioni culturali.

Paolo Petrocelli, direttore generale della Stauffer, ha lavorato per una decina d’anni al fianco di Fuortes all’Opera di Roma, di cui è stato assistente. Una visita privata, quindi, quella di Fuortes a Cremona, ma anche la testimonianza dell’interesse che l’operato della Stauffer esercita.

Da anni fiore all’occhiello della cultura musical a livello internazionale, la fondazione italo-svizzera proprio quest’anno ha moltiplicato i corsi accademici, le masterclass e i seminari, continuando a mantenere gratuita l’offerta didattica. E continuando a puntare sul talento e la bravura dei suoi studenti, ammessi ai corsi solo se sono bravi e meritevoli.  

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400