Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

MUSICA

Con la Deutsche Grammophon pillole di Stauffer

Una raccolta di brani eseguiti da docenti di ieri e di oggi e da ex allievi dell’Accademia

Email:

bcaffi@laprovinciacr.it

18 Settembre 2021 - 06:00

Con la Deutsche Grammophon pillole di Stauffer

CREMONA - «In un mondo che raramente pone la cultura ai primi posti, e in cui è problematica la diffusione, o addirittura la sopravvivenza di quella musica classica che tanto amiamo e tanto è necessaria, la Fondazione Stauffer rappresenta una splendida realtà». Lo sostiene Mirko Gratton, Direttore della Divisione Classica e Jazz di Universal Music Italia, in occasione dell’uscita di una raccolta di brani eseguiti da docenti di ieri e di oggi e da ex allievi dell’Accademia.

The Stauffer Collection è il primo segno tangibile della collaborazione avviata tra la Fondazione Stauffer e Universal Music Italia e dei suoi marchi Decca e, appunto Deutsche Grammophon. L’album è in distribuzione da ieri ed è disponibile anche sulle principali piattaforme on line.

La raccolta propone una selezione di straordinarie esecuzioni, dal repertorio classico fino alla musica contemporanea, incise dai maestri ‘storici’ dell’Accademia Salvatore Accardo, Bruno Giuranna e Antonio Meneses. A loro si aggiungono alcuni ex-allievi, le cui carriere incrociano da tempo teatri e orchestre internazionali come Francesca Dego, Nemanja Radulovic e Sergej Krylov, e un gruppo selezionato di artisti che collaboreranno con la Stauffer a partire dal prossimo anno accademico 2021 -2022, fra cui Lisa Batiashvili, Daniel Hope, Aleksey Igudesman, Gabriel Prokofiev, Peter Gregson, Roby Lakatos, Ödön Rácz, Maddalena Del Gobbo e Avi Avital.

«La speranza - ha aggiunto Gratton - è che questo album contribuisca a dare lustro alla fondazione e rappresenti solo il primo passo di ulteriori collaborazioni che aiutino a diffondere in Italia e nel mondo la musica classica., che tanto ha da comunicare ai giovani di oggi».

The Stauffer Collection si inserisce all’interno dell’ambizioso progetto, concepito da Paolo Petrocelli, Direttore Generale dello Stauffer Center - che sarà inaugurato il prossimo primo ottobre - e dell’Accademia Stauffer, per sostenere i migliori talenti delle future generazioni di musicisti.

«La collaborazione con Deutsche Grammophon/Universal Italia rappresenta il primo importante passo in avanti della Stauffer sul fronte della produzione musicale - spiega infatti Petrocelli -. La pubblicazione di questa preziosa raccolta segna infatti solo l’inizio di un importante percorso di collaborazione con l’iconica casa discografica tedesca e il gruppo Universal Music, finalizzato a promuovere con ancora più forza la nostra visione artistica, fondata sui principi di eccellenza, innovazione ed internazionalità». L’album contiene, tra gli altri, brani di Mozart, Paganini, Igudesman e Legrand.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400