Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

BASSA BRESCIANA

Orzinuovi sotto shock, oggi i funerali del 20enne Gabriele Poli

L’altra notte il giovane è finito in un fossato mentre tornava a casa. Il corpo, dramma nel dramma, verrà scoperto soltanto all’alba

Andrea Arco

Email:

andreaarco23@gmail.com

20 Maggio 2022 - 09:32

Orzinuovi sotto shock, domani i funerali del 20enne Gabriele Poli

Gabriele Poli aveva 20 anni, la sua grande passione erano le moto

ORZINUOVI - E' un paese sotto shock Orzinuovi, dove ancora si stenta a credere alla terribile tragedia che si è consumata ieri e dove a morire in modo così atroce è stato un ragazzo di appena 20 anni. L’altra notte, Gabriele Poli è finito in un fossato mentre tornava a casa. Fresco di diploma al professionale Cossali di via Milano, dove si era formato come meccanico, era in cerca di un’occupazione che coronasse la preparazione ricevuta sui banchi. È rimasto ucciso lungo la comunale per Barco, una via che aveva percorso centinaia di volte. Il corpo, dramma nel dramma, verrà scoperto soltanto all’alba.


Il motorino di Gabriele — come detto — è finito nel canale a bordo della strada e lui è stato scaraventato contro la recinzione di un cascinale: troppo gravi le ferite, non ha avuto scampo. E secondo i medici, la morte è stata istantanea. Disperata la famiglia, che sino a giorno fatto ha sperato... Fino a quando i carabinieri hanno bussato alla porta. Il cadavere era nascosto dall’erba, non lontano dal cascinale dove vivono i Poli. Ma scorgerlo al buio era pressoché impossibile. 

Il punto dove è stato ritrovato il motorino di Gabriele Poli

Impietriti gli amici dell’oratorio, perché al «Jolly» Gabriele aveva trascorso l’intera infanzia. Don Luciano Ghidoni, amatissimo curato del centro giovanile e oggi sacerdote a Sarezzo, lo ricorda: «L’abbiamo conosciuto da bambino, era pieno di voglia di fare e di energie, sempre educato e rispettoso. Ci mancherà davvero tanto». L’ultimo saluto è già stato fissato: avrà luogo domani pomeriggio (sabato 21 maggio) alle 15, nella parrocchiale di Santa Maria Assunta, in piazza Vittorio, il cuore della cittadina della Bassa orceana a due passi da Soncino.

Se a causare l’uscita di strada sia stato un malore, come ipotizzato da più parti, o magari un colpo di sonno o una distrazione fatale, resterà un mistero. Di certo c’è solo che mamma e papà abbiano trascorso una notte infernale, fra appelli e ricerche. Sulla vicenda indagano ancora i carabinieri di via Vittorio Veneto, ma gli approfondimenti, allo stato attuale, non paiono destinati ad avvalorare nessun’altra ipotesi, se non quella della tragica fatalità. Profondo cordoglio dal Comune, dalla parrocchia e delle associazioni, che si sono strette a una famiglia, i Poli, benvoluta e stimata.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400