Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMA VERSO LE ELEZIONI

Sindaco, la sfida diventa a 6, in corsa Oronzo Santamato

Noi Crema, la lista del 58enne, ha l’appoggio di Rinascimento (Sgarbi), Grande Nord e Mni. L’annuncio via social

Stefano Sagrestano

Email:

stefano.sagrestano@gmail.com

30 Aprile 2022 - 21:33

Sindaco, la sfida diventa a 6, in corsa Oronzo Santamato

Il nuovo candidato sindaco Oronzo Santamato

CREMA - A sorpresa, ma ampiamente entro il tempo massimo per presentare la lista – scadenza dei termini è tra una dozzina di giorni – spunta il sesto candidato sindaco alle comunali del 12 giugno. Si tratta di Oronzo Santamato, 58enne, sposato con Paola Crudele, titolare di un’azienda specializzata in vendite di prodotti alimentari e bevande per gli hard discount e la Grande distribuzione, la Sweet&Drinks con sede in via Montello. Oggi Santamato è uscito allo scoperto, pur non rivelando ancora tutte le sue carte. Ha aperto un profilo social per la sua candidatura.

«Noi Crema» il nome della lista, sostenuta da tre formazioni politiche: Rinascimenti di Vittorio Sgarbi, Grande nord e Movimento nazionale italiano. «Con il vostro sostegno cercheremo di risolvere i piccole e i grandi problemi ancora in attesa di risposta». Contattato per un’intervista ha rimandato a lunedì, confermando però la sua candidatura. Nel suo passato lavorativo anche un incarico di direttore commerciale di un’azienda dolciaria cremasca, risalente però a 18 anni or sono. Da capire ora come si muoverà Santamato, innanzitutto per la raccolta delle firme necessarie per poter presentare la lista. Evidente che a 40 giorni dal voto la squadra degli aspiranti consiglieri debba essere già formata da tempo. Non c’è assolutamente lo spazio per cercare candidati.

La candidatura annunciata su Facebook ha sorpreso molti degli habituè della politica cremasca e incuriosito gli addetti ai lavori. Ormai più nessuno si aspettava un sesto competitor, i giochi sembravano fatti da mesi. Così non è. A giudicare dai movimenti che lo sostengono, a livello politico la lista «Noi Crema» guarda ad un elettorato di centrodestra. L’obiettivo potrebbe essere dunque quello di pescare voti tra gli ex leghisti cremaschi, scontenti della fine dell’era indipendentista bossiana. Confederazione Grande nord è infatti un movimento di chiaro stampo autonomista. Ancora più radicali alcune richieste del Movimento nazionale italiano, quali ad esempio il ritorno alla lira, a cui si aggiungono il federalismo fiscale e il blocco dell’immigrazione clandestina. Poi, Rinascimento il cui perno è ovviamente la figura del parlamentare e critico d’arte Vittorio Sgarbi. Il programma politico è però ancora in fase di definizione. Alle ultime elezioni nazionali del 2018, il movimento aveva stretto un patto federativo con Forza Italia.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400