Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

LE INIZIATIVE PER L'AMBIENTE

Giornata mondiale della Terra, nasce il bosco dei ragazzi

A Crema maxi piantumazione e raccolta di rifiuti. Gli studenti cremaschi, con cartelloni e PowerPoint, raccontano il loro percorso di educazione civica

Dario Dolci

Email:

redazione@laprovinciacr.it

22 Aprile 2022 - 17:24

Giornata mondiale della Terra, nasce il bosco dei ragazzi

Gli studenti delle classi quinte dell’istituto Racchetti Da Vinci mentre mettono a dimora nuovi alberi nel Bosco del liceo a Santa Maria

CREMA - Piantare alberi ma anche realizzare cartelloni per sensibilizzare al rispetto dell’ambiente in cui viviamo. La Giornata mondiale della terra è stata vissuta così, oggi, dalle scuole del Cremasco, molte delle quali hanno organizzato attività per celebrare la ricorrenza. Gli studenti della classe 5ª A classico, insieme ai rappresentanti di tutte le quinte e ai rappresentanti eletti nel consiglio di istituto del Racchetti-Da Vinci si sono ritrovati al Bosco del liceo, che si trova nei pressi del lascito Chiappa, nel territorio del Parco del Serio.

Per il secondo anno consecutivo, hanno piantumato una porzione del bosco, sotto la supervisione del biologo del Parco, Ivan Bonfanti. Sono stati anche posati cartelli con il nome scientifico e volgare dell’essenza, insieme all’elenco degli studenti della classe e alla data dell’evento. «Con l’aiuto dei ragazzi – spiega l’esperto – sono stati messi a dimora venti nuovi alberi, tra pioppi banchi, olmi campestri, biancospini, fusaggini e ciliegi selvatici». Una volta scelta la porzione di terreno per la piantumazione, gli studenti della scuola diretta da Claudio Venturelli hanno scavato le buche per accogliere le piante, dopodiché hanno sistemato le opportune protezioni. La giornata, il cui tema scelto per il 2022 era Invest in Our Planet, ha visto anche i ragazzi, durante il percorso a piedi verso il bosco, effettuare un’attività di raccolta rifiuti.


E la Giornata della terra è stara vissuta appieno anche da tutti i plessi dell’istituto comprensivo di Sergnano, diretto da Ilaria Andreoni. Per l’occasione sono state aperte le porte a tutti i genitori e ai cittadini, che hanno accettato l’invito dell’istituto. I visitatori hanno potuto ammirare i lavori realizzati dalle classi durante la settimana dedicata all’educazione civica. Il tema affrontato è stato la conoscenza e la salvaguardia dell’ambiente e la valorizzazione degli aspetti ambientali e naturalistici presenti sul territorio. Grande è stata la partecipazione da parte dei genitori in tutti i plessi. A Sergnano, grazie alla collaborazione con il Parco del Serio e l’amministrazione comunale, sono state messe a dimora dodici piantine autoctone nel giardino della scuola media. Era presente il presidente del Parco, Basilio Monaci. Inoltre gli alunni sono diventati Ciceroni e hanno preparato degli approfondimenti sulle chiese e sui principali monumenti del paese e durante la mattinata hanno accompagnato genitori e cittadini alla scoperta di questi luoghi.

Nelle varie sedi scolastiche, gli alunni, attraverso cartelloni e presentazioni in PowerPoint, hanno spiegato i loro percorso di educazione civica. Al termine della mattinata, c’è stato anche un breve concerto, organizzato dagli insegnanti di musica, che ha completato il percorso con brani a tema. Nel pomeriggio, infine, i bambini dell’ultimo anno della scuola dell’Infanzia di tutti i plessi si sono ritrovati a Sergnano e hanno presentato il loro spettacolo pieno di idee e suggerimenti per rispettare l’ambiente. In molte altre scuole del Cremasco, in particolare in quelle del primo ciclo di istruzione, sono stati piantati alberelli regalati dal Parco del Serio, sempre sensibile alle iniziative di carattere ambientale. «Abbiamo regalato complessivamente un centinaio di alberelli a tutti gli istituti che ce li hanno chiesti – afferma Monaci – tutti provenienti dal vivaio del Parco».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400