Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMA

Elezioni comunali, Crotti: «Rafforziamo le connessioni tra città e mondo agricolo»

Il presidente della Libera Agricoltori e di Confagricoltura Lombardia: «Dalle nuove energie alla formazione, pronti a una strategia collaborativa»

Riccardo Maruti

Email:

rmaruti@laprovinciacr.it

09 Marzo 2022 - 05:20

Elezioni comunali, Crotti: «Rafforziamo le connessioni tra città e mondo agricolo»

Il presidente Riccardo Crotti

CREMA - Il distretto cremasco riveste un ruolo baricentrico nel contesto del sistema agro-zootecnico più importante d’Europa, quello del bacino padano. L’alta specializzazione del territorio nel settore primario chiama in causa la Libera Associazione Agricoltori come stakeholder privilegiato della Pubblica Amministrazione. Per questo il presidente dell’organizzazione agricola provinciale, Riccardo Crotti, sollecita i cinque candidati alla poltrona di sindaco di Crema, alla vigilia del confronto pubblico in programma al teatro San Domenico.

Crotti elenca le cinque priorità per gli imprenditori dell’agro-zootecnia locale e chiede ai futuri amministratori della città di agevolare lo sviluppo delle strutture e degli impianti agricoli, pianificare interventi viabilistici funzionali, valutare l’introduzione di sgravi fiscali per il mondo produttivo, rafforzare il dialogo con i corpi intermedi e investire sull’istruzione tecnica superiore in campo agroalimentare.

LE CINQUE PRIORITA': CLICCA QUI

municipio

Il municipio di Crema


IL NODO IMPIANTI.


«Le dinamiche aggregative proprie dell’imprenditoria agricola impongono un progressivo ampliamento delle strutture — spiega Crotti —. Per questo il settore reputa essenziale un atteggiamento di apertura e di collaborazione da parte dell’amministrazione comunale verso la realizzazione di nuove costruzioni che facilitino i processi innovativi». Le imprese del settore sono orientate, in particolare, all’implementazione di impianti energetici da fonti rinnovabili: «L’impegno della filiera lungo il percorso della transizione ecologica passa attraverso il biogas e il fotovoltaico — evidenzia il presidente della Libera e leader di Confagricoltura Lombardia —. Confidiamo che anche le amministrazioni comunali sostengano il ruolo strategico delle imprese agro-zootecniche nella sfida per l’approvvigionamento energetico, oggi profondamente aggravata dalla crisi internazionale scatenata dal drammatico conflitto bellico in Ucraina».


OBIETTIVO VIABILITÀ.


Crotti tocca anche il tema viabilistico: «Sono noti i bisogni infrastrutturali del Cremasco per il miglioramento dei collegamenti interprovinciali — sottolinea —. Se le grandi opere stradali e ferroviarie sono fondamentali per l’intero tessuto produttivo territoriale, le aziende del settore primario rivendicano anche una serie di esigenze più spicciole, ma tutt’altro che secondarie. Penso, in particolare, alle strade vicinali a servizio dei mezzi agricoli, che necessitano di manutenzioni costanti e ragionate».


LA TASSAZIONE.


In una fase economica estremamente complessa per l’intero sistema produttivo, emerge l’urgenza di un intervento sui tributi comunali: «La tassa sullo smaltimento dei rifiuti e l’Imu agricola, ad esempio, sono voci che incidono sui bilanci delle aziende — dice Crotti —. Auspichiamo che il Comune possa alleggerire gli oneri a carico delle imprese per accelerare il processo di ripartenza».


DIALOGO APERTO.


Il presidente della Libera rivolge ai candidati sindaco un appello al confronto e alla cooperazione: «I corpi intermedi possono offrire un contributo importante allo sviluppo della vita sociale di Crema — osserva Crotti —. In questi anni abbiamo avviato un dialogo proficuo con la giunta in carica e contiamo di poter ampliare ulteriormente il fronte della collaborazione per costruire un legame sempre più solido fra la città e il mondo agricolo».


LA SFIDA ITS.


Nei giorni scorsi è stata ufficializzata l’investitura di Crema a polo provinciale dell’alta formazione: un’opportunità anche per l’intera filiera agroalimentare. «Il potenziamento delle competenze specialistiche riguarda tutti i comparti produttivi — dichiara Crotti —. Gli Its sapranno rivelarsi una risorsa preziosa anche per la formazione post diploma dei professionisti dell’agricoltura e dell’alimentazione».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400