Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

DA CREMONA LA RISCOSSA

Latte, esplode la protesta: oggi diretta sul sito e sui nostri canali social

La viva voce di agricoltori e allevatori nello speciale online. Confagricoltura: «Rispettare gli impegni o il settore non regge»

La Provincia Redazione

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

10 Febbraio 2022 - 20:14

Latte, esplode la protesta: domani diretta sul sito e sui nostri canali social

CREMONA - «Mai come in questo momento temo che la crisi che stiamo vivendo rischi di lasciare a bordo campo un numero di imprese agricole che non possiamo permetterci. Per questo ritengo, e sono fiducioso, che il Governo e il ministro dell’Agricoltura Stefano Patuanelli sapranno individuare misure e sostegni per garantire e rafforzare la filiera primaria, e fondamentale, del sistema economico del Paese. Mi attendo poi un atto di responsabilità da parte di tutti i firmatari dell’accordo sul prezzo del latte per rispettare gli impegni assunti». È quanto sottolinea il presidente di Confagricoltura, Massimiliano Giansanti, alla vigilia della manifestazione indetta per domani a Cremona da Confagricoltura Lombardia sul tema ormai drammatico del prezzo del latte alla stalla. «Questo messaggio — aggiunge Giansanti — non può che partire da Confagricoltura nella giornata in cui i nostri allevatori si trovano a Cremona, capitale del latte italiano, per ribadire il valore e la centralità del sistema zootecnico tanto in Lombardia quanto in Italia».

«Questo messaggio — aggiunge Giansanti — non può che partire da Confagricoltura nella giornata in cui i nostri allevatori si trovano a Cremona, capitale del latte italiano, per ribadire il valore e la centralità del sistema zootecnico tanto in Lombardia quanto in Italia». 

E il vicepresidente Matteo Lasagna spiega: «Manifestare è un diritto sacrosanto. E noi lo faremo con lo stile proprio di Confagricoltura, anche se gli allevatori sono molto arrabbiati e la corda si sta spezzando. Il settore, infatti, non vede riconosciuto l’aumento dei costi delle materie prime. Tutti adeguano i loro prezzi alle mutate condizioni ma a noi questo non è permesso da chi compra la nostra materia prima. Fra pochi mesi o settimane le nostre aziende chiuderanno perché non riescono ad affrontare i rincari senza un adeguamento della remunerazione del prezzo del latte. Questo disagio va rappresentato e raccontato ed è quello che faremo domani con il presidente Riccardo Crotti e con gli altri allevatori che vorranno unirsi. Cremona è il posto naturale dove fare questa manifestazione. Non solo è un riferimento per via delle Fiere Zootecniche Internazionali, ma anche per la produzione di latte in regioni e in tutta Italia».

LA VIVA VOCE DEGLI AGRICOLTORI IN DIRETTA.

Il presidio degli agricoltori davanti all’ingresso di CremonaFiere domattina sarà raccontato in diretta dalle 10 sul sito e sui canali social de «La Provincia»: da YouTube a Facebook. La protesta si preannuncia vibrante: sarà la viva voce degli agricoltori e degli allevatori a esprimere le ragioni e gli obiettivi dell’iniziativa promossa da Confagricoltura nel piazzale della Fiera.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400