Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CASALMAGGIORE. RINNOVO DELLE CARICHE

Amici del Po, il presidente uscente Antonini è il più votato

Nei prossimi giorni il consiglio si riunirà per definire le cariche. Probabile una conferma dell’assetto precedente

Davide Bazzani

Email:

redazione@laprovinciacr.it

28 Novembre 2021 - 11:09

Amici del Po, il presidente uscente Antonini è il più votato

Paolo Antonini

CASALMAGGIORE - Con 214 preferenze, il presidente uscente Paolo Antonini è risultato il più votato, sabato pomeriggio, per il rinnovo del consiglio della Polisportiva Amici del Po. Al secondo posto si è piazzato il vicepresidente uscente, Simone Miceli, con 206. Eletti anche Graziano Lanzetti (148), Mario Lucotti (127), Gabriele Caraccia (121), Secondo Visioli (163), Walter Visioli (124), Emiliano Caleffi (119) e Romano Bussani (110). Probiviri Emanuele Bernardelli (134), Arcangelo Pirovano (125) e Giovanni Lazzarini (71). Nei prossimi giorni il consiglio si riunirà per definire le cariche. Probabile una conferma dell’assetto precedente, anche alla luce dell’esito del voto. Antonini ha dato la propria disponibilità a proseguire nell’incarico di presidente. 

L'ASSEMBLEA. Nel corso dell’assemblea Antonini ha illustrato i nuovi progetti per i prossimi anni: ad esempio la verifica della fattibilità del progetto di utilizzo della lanca posta a ovest del campo da rugby per la realizzazione di una scuola di avviamento alla canoa in sinergia con Interflumina e le scuole del territorio, la copertura della terrazza bar e della zona ristorante per la quale è stato già rilasciato il permesso di costruire. Si intende anche coprire il campo da bocce. 

assemblea

LA RELAZIONE DEL PRESIDENTE. Il presidente ha insistito sulla buona reputazione della società che ha consentito di intraprendere importanti progetti per la navigazione fluviale, di mantenere la fiducia del ceto bancario ed  ha auspicato che vi possa essere una maggiore condivisione e coordinamento tra i consiglieri per le tante attività da svolgere per il prossimo triennio. Antonini ha ricordato che rispetto all’ultimo decennio i soci sono passati da 1600 a oltre 2000 con un trend in costante incremento

COVID E REGOLAMENTI. Il vicepresidente Simone Miceli ha fatto il punto della situazione COVID e dei regolamenti adottati ricordando il lavoro del consiglio anche nei periodi di chiusura e l’impegno di tutti per assicurare la fruizione della società anche nei periodi di pandemia. Ha precisato che tra i tanti problemi causati dal covid ci sono stati alche alcuni miglioramenti quali il distanziamento tra gli ombrelloni che si è potuto realizzare grazie alle dimensioni cospicue della società e alla posa dei tavolini nel campo basket che hanno creato un vero e proprio “salotto” all’interno della società, gradito dai soci. Ha precisato che i dipendenti sono in aumento così da assicurare il miglioramento della pulizia e dei servizi così come richiesto dai soci in occasione del “referendum” tra i soci distribuito questa estate. Il socio Marzio Cortelazzi ha ringraziato il consiglio per il lavoro svolto e chiesto se non sia l’ora di ipotizzare il “numero chiuso” dei soci  e la nomina di un direttore sede che possa contribuire al controllo del funzionamento della società. Le operazioni di voto si sono concluse alle 18.30, lo scrutinio intorno alle 21.30.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400