Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMA OSSERVATA SPECIALE

Pattuglie da Milano per controllare la città: 100 persone identificate

Dodici i poliziotto impegnati nel servizio che ha interessato stazione, terminal dei bus e giardini di Porta Serio

Cristiano Mariani

Email:

cmariani@laprovinciacr.it

28 Novembre 2021 - 05:15

Pattuglie da Milano per controllare la città: 100 persone identificate

CREMA - «Più sicurezza», era stata la richiesta arrivata da chi passeggia nel piazzale della stazione ferroviaria, una volta scemati i pendolari; ma pure dai tanti che frequentano i marciapiedi del vicino terminal del bus. E la risposta non si è fatta attendere.

TRE PATTUGLIE DA MILANO. Da Milano, l’altra sera, sono sbarcate in città tre pattuglie del Reparto prevenzione crimine della Lombardia. E i sei poliziotti si sono affiancati ai colleghi che, assicura il vicequestore Bruno Pagani, presidiano già largo Martiri della Libertà quotidianamente, negli orari considerati critici. Vale a dire dopo il tramonto, quando non è infrequente imbattersi tra i giardinetti e le banchine in giovani con troppo alcol in corpo, o peggio.

100 PERSONE IDENTIFICATE. Sono state un centinaio le persone identificate dalla dozzina di agenti, nel corso del servizio straordinario avviato alle 20,30 e proseguito sino alla una. E se lo scalo ferroviario è stato la prima tappa del drappello di poliziotti in divisa, coordinati nel corso della nottata da un ispettore in forza agli uffici di via Macallé, gli equipaggi delle quattro auto coi colori della polizia hanno ben presto allargato il raggio d’azione al vicino piazzale delle Rimembranze, sul quale si affacciano i giardini pubblici di Porta Serio. Vale a dire un’altra delle zone che, nonostante la vicinanza al centro storico, in passato è finita sotto i riflettori della cronaca per presenze «poco raccomandabili».

L’obiettivo delle pattuglie era la prevenzione, come declinato nel nome stesso del reparto impiegato. E a giudicare dall’assenza di episodi spiacevoli nel corso della serata, leggasi vandalismi o simili, sembra essere stato raggiunto. Già nei giorni scorsi, il personale della Squadra volante aveva ulteriormente stretto il cerchio delle ispezioni nei dintorni della stazione. Come testimoniato dalle segnalazioni alla Prefettura per ubriachezza, ma pure dalle denunce per la violazione dei fogli di via firmati dal questore, che hanno avuto il terminal come teatro. Oltre ai sequestri di piccoli quantitativi di droga.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400