Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMA: CASE POPOLARI

Nodo sicurezza: «Contro i vandali e il degrado serve un vigile di quartiere»

Il Comitato degli inquilini incontra vicesindaco e comandante delle Polizia locale: «Più controlli»

Stefano Sagrestano

Email:

stefano.sagrestano@gmail.com

15 Novembre 2021 - 10:45

Nodo sicurezza: «Contro i vandali e il degrado serve un vigile di quartiere»

CREMA - Vigili di quartiere, sull’esempio dei Bobbies londinesi, per risolvere i problemi di inciviltà, schiamazzi e vandalismi che si registrano quasi ogni giorno in diverse zone della città, soprattutto nelle vicinanze e all’interno dei complessi popolari. A chiedere al Comune di istituire la sorveglianza ad hoc, se non un presidio fisso almeno un frequente passaggio degli agenti, è il Comitato degli inquilini delle abitazioni ad affitto calmierato. Nei giorni scorsi, alcuni membri del gruppo, nato due anni fa con l’obiettivo di segnalare i problemi delle 900 case pubbliche, ma anche di proporre soluzioni, hanno incontrato l’assessore al Welfare Michele Gennuso. «Un faccia a faccia che si inserisce nel solco dell’attenzione rivolta agli inquilini sin dall’inizio del mio mandato. Abbiamo preso atto di quanto è stato realizzato e di quanto possiamo e dobbiamo ancora fare insieme». Gennuso ha avuto un confronto con Giuseppina Gipponi, Enrico Fardella, Gianni Fioroni, Stelvio Locatelli e Mario Lottaroli. Ad ascoltarne le richieste, anche il comandante della Polizia locale Dario Boriani: «Le scelte in merito — tiene a puntualizzare — spettano comunque alla parte politica». «Innanzitutto — spiegano gli inquilini — abbiamo chiesto all’assessore di fare pressione su Aler per la soluzione dei problemi del parcheggio sotterraneo di piazza Di Rauso: spariscono gli estintori antincendio e versa in una situazione di degrado».

LE PALAZZINE NEL QUARTIERE SANTA MARIA

Il complesso di palazzine in questione è nel quartiere di Santa Maria. «E abbiamo riferito i problemi emersi negli incontri con gli inquilini di San Bernardino, Santa Maria e Ombriano — proseguono dal Comitato —: ci sono appartamenti con infissi e porte da sostituire, pavimenti e servizi igienici da ristrutturare, androni delle scale che vanno tinteggiati. Ma serve anche una miglior cura del verde condominiale». Dei 900 appartamenti ad affitto clamierato della città, 350 sono di proprietà del Comune, gli altri dell’Aler, che gestisce anche quelli municipali. «Inoltre — qui sta il nodo principale — serve maggior presenza dei vigili nei quartieri, per risolvere i problemi che compromettono i rapporti di buon vicinato, la tranquillità e la convivenza — proseguono gli inquilini —: l’ottimale sarebbe l’istituzione del vigile di quartiere che, sull’esempio dei Bobbies londinesi, pattuglie a piedi le vie e aiuti a risolvere le questioni del traffico, dei parcheggi abusivi e impedisca i vandalismi».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400