Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

IL PROGETTO. «REMARE A SCUOLA»

Valentina Rodini in cattedra all'Anna Frank: «Credere sempre in sé stessi»

La campionessa olimpionica nelle classi prime della Media. L’atleta ha raccontato la sua esperienza, firmato autografi e fatto foto coi ragazzi

Nicola Arrigoni

Email:

narrigoni@laprovinciacr.it

05 Novembre 2021 - 17:35

Valentina Rodini in cattedra all'Anna Frank: «Credere sempre in sé stessi»

CREMONA - È stata una mattinata «olimpica» per gli studenti delle classi prime della media Anna Frank. Valentina Rodini, medaglia d’oro nel canottaggio alle Olimpiadi di Tokyo, è salita in cattedra e l’ha fatto con la gentilezza e la simpatia che la caratterizzano. Medaglia al collo e sorriso pronto per gli immancabili selfie con i ragazzini e i più tradizionali autografi sui quaderni o i diari: scena di una mattina di lezione veramente speciale. La campionessa della Bissolati è stata accolta con un calore contagioso: a frenare l’entusiasmo dei ragazzi, solo in parte, sono state un po’ le norme anti Covid che hanno impedito abbracci e strette di mano, ma ciò non ha comunque rovinato la festa.

BELLISSIMA MATTINATA. «È stata una bellissima mattinata — racconta la preside della media Anna Frank, Barbara Azzali —. L’incontro di Rodini con le classi prime sarà replicato nelle prossime mattinate con le classi seconde e terze. L’iniziativa si inserisce in un progetto più ampio che si intitola «Remare a scuola», realizzato in collaborazione con la società canottieri Bissolati. I tecnici delle attività remiere verranno in scuola per spiegare cosa vuol dire fare canottaggio e canoa, porteranno i remoergometri a scuola per spiegare le caratteristiche degli sport di fiume.

rodini

TESTIMONIAL D'ORO.  A fare da testimonial è stata questa mattina Valentina Rodini che ha raccontato come determinazione e voglia di conseguire i risultati siano necessari e atteggiamenti importanti nello sport come a scuola. L’emozione di salire sul podio, l’oro arrivato dopo un periodo non facile, ma soprattutto la voglia di impegnarsi al massimo e non perdere la fiducia in sé stessi sono stati alcuni aspetti toccati da Rodini nel suo racconto da campionessa olimpica. Tante le domande dei ragazzi: e «Vale» ha risposto con chiarezza e grande disponibilità. Nessuna tentazione di salire in cattedra: Rodini ha dato respiro al piacere di raccontare un’esperienza eccezionale, cresciuta e sviluppatasi lungo le sponde del grande fiume, sotto i colori societari della canottieri Leonida Bissolati. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400