Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

VIABILITA', L'ORA DELLA SVOLTA

Crema, primo passo per la tangenzialina. Progetto a Centropadane

Incarico affidato e 7 milioni di euro pronti per il tracciato tra Santa Maria e la provinciale Melotta

Dario Dolci

Email:

redazione@laprovinciacr.it

18 Ottobre 2021 - 05:50

Crema, primo passo per la tangenzialina. Progetto a Centropadane

CREMA - Il presidente della Provincia, Mirko Signoroni, che conferma di avere affidato la stesura del progetto ad Autostrade Centropadane Spa. Il sindaco di Campagnola Agostino Guerini Rocco, che attende notizie. Il presidente della Libera Associazione Artigiani, Marco Bressanelli, che spinge affinché si realizzi in fretta un’opera che rappresenta una necessità

Abbiamo affidato il progetto a Centro Padane Spa e i sette milioni necessari a realizzare l’infrastruttura sono stati messi a disposizione dalla Regione

per le imprese. E infine, il consigliere provinciale Simone Beretta che auspica che si faccia alla svelta, rimuovendo tutti gli ostacoli per non perdere il finanziamento di sette milioni di euro dalla Regione. La realizzazione della tangenzialina, destinata a collegare la zona industriale di Santa Maria con la Melotta, superando l’attuale strettoia di Campagnola, rimane un tema complesso. Un passo in avanti è quello comunicato dal presidente Signoroni: «Abbiamo affidato il progetto a Centro Padane Spa e i sette milioni necessari a realizzare l’infrastruttura sono stati messi a disposizione dalla Regione». In sé, una bella notizia, che annuncia che qualcosa si sta muovendo nella direzione auspicata dagli imprenditori. «Signoroni ha comunicato anche a noi della Libera — conferma Bressanelli — di avere affidato il progetto». A raffreddare gli entusiasmi, tuttavia, è il sindaco di Campagnola. «L’ultima riunione sulla tangenzialina — afferma Guerini Rocco — è stata fatta il 23 dicembre 2020 a Cremona. Oltre al sottoscritto, erano presenti, il presidente Signoroni, un funzionario della Provincia e i sindaci di Casaletto Vaprio e Capralba». E quindi, non è dato di sapere se il tracciato che era stato proposto sia quello definitivo. «Io sono rimasto a quello che passa dietro la zona industriale di Campagnola e dietro al paese. La mia unica richiesta era che non fosse troppo vicino al centro abitato. Sto aspettando che la Provincia mi dica qualcosa». L’infrastruttura è strategica per le aziende che si trovano nella zona industriale di Santa Maria e danno lavoro a circa tremila persone. Oggi, per i mezzi pesanti, raggiungere quest’area è un’odissea. Le difficoltà di transito causano gravi difficoltà logistiche al comparto industriale cremasco e conseguentemente un significativo pregiudizio alle potenzialità produttive del territorio.


Il tracciato, ridotto rispetto all’idea iniziale, misurerebbe circa tre chilometri. Della tangenzialina si parla da quasi vent’anni, considerato che l’accordo di programma è stato firmato nel 2003. La strada a nord della città è una fondamentale arteria per collegare la zona industriale con le vie ad ampio scorrimento e soprattutto con la strada provinciale ex 591.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400