Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

LA STORIA D'AMORE

Anna Maria e Ermanno, sposati da 61 anni: «La nostra è stata una vita molto bella»

La loro unione è iniziata alla fine degli anni ’50, in montagna. «Ci siamo visti e ci siamo piaciuti»

Bibiana Sudati

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

30 Settembre 2021 - 06:10

Anna Maria e Ermanno, sposati da 61 anni: «La nostra è stata una vita molto bella»

Anna Maria Ongari e il suo «Ermanno», al secolo Valerino Luteri, con i famigliari a Cremona Solidale

CREMONA - Una storia d’amore fatta di quotidianità, ascolto e condivisione profonda. Una di quelle che capita una volta nella vita e non ti lascia più; che magari non racconta di grandi avventure come nei film di Hollywood, ma profuma di giorni vissuti fianco a fianco. Perché in fondo la vita stessa è già una grande avventura, degna di essere raccontata.

Questo è il legame grande che unisce da 61 anni Anna Maria Ongari al suo «Ermanno» (al secolo Valerino Luteri): 84 anni lei, 98 lui, si sono spostati il 29 settembre 1960 con una cerimonia semplice, come le loro vite.

«La nostra è stata una vita molto bella e piena – racconta Anna Maria, nel giorno dell’importante traguardo festeggiato con una ristretta cerchia di parenti e amici, all’interno dei giardini di Cremona Solidale dove da qualche anno vivono –. L’unico rammarico è quello di non avere avuto dei figli, ma siamo stati benedetti da tre nipoti, i gioielli di famiglia: Vittorio, Stefano e Matteo».

La loro unione è iniziata alla fine degli anni ’50, in montagna. «Ci siamo visti e ci siamo piaciuti — spiega con semplicità Anna Maria —. Tornati a Cremona, dopo poco tempo, lui mi ha detto ‘se a te va bene, vorrei sposarti’. Ho detto di sì ed eccoci qui: Ermanno è una persona speciale».

Da allora non si sono mai lasciati: nella felicità e nel dolore, la loro promessa per sempre. Messa in pratica anche quando lei si è ammalata e lui se ne è preso cura a casa; e poi quando è stato necessario il suo ricovero. Anche allora il suo Ermanno non ha avuto dubbi: «Vado dove va Anna», ha detto sicuro ai famigliari, seguendola tra quelle mura, vivendo insieme a lei nella camera che condividono a Cremona Solidale, affrontando anche il Covid, insieme. «Il nostro segreto? Quello di volersi bene: ci vuole fortuna nell’incontrare la persona adatta, ma anche tanto tanto impegno».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400