Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

STORIE MALATE

Pandino, aggredisce l’ex compagna: 49enne arrestato in flagranza di reato

Un uomo violento, prevaricatore e possessivo a causa dell'ossessiva gelosia e dell'abuso di alcol

Daniele Duchi

Email:

dduchi@laprovinciacr.it

28 Settembre 2021 - 13:40

Pandino, aggredisce l’ex compagna: 49enne arrestato in flagranza di reato

PANDINO - Un'altra, l'ennesima storia malata di violenza ai danni delle donne. Nella serata di sabato scorso, 25 settembre, i carabinieri hanno arrestato in flagranza di reato un cittadino italiano di 49 anni, con precedenti di polizia, per atti persecutori e maltrattamenti in famiglia. L’uomo, che aveva intrapreso una relazione con la sua attuale compagna nel 2017, si era ben presto rivelato per quello che era stato già con la ex moglie e le altre ex compagne: un uomo violento, prevaricatore e possessivo. Il 49enne già in passato aveva manifestato nei confronti della compagna atteggiamenti aggressivi sfociati in soprusi, violenze fisiche, ricatti e danneggiamenti per via della sua ossessiva gelosia, spesso amplificata dall’uso smodato di alcolici. Dopo un periodo di relativa calma, lo scorso agosto la sua compagna lo ha denunciato per maltrattamenti in famiglia, motivo per cui la donna, temendo per la propria incolumità, si era allontanata dall’abitazione di residenza trovando riparo da amici e parenti. Questo ha scatenato nel 49enne una forte frustrazione e, non sopportando la fine della loro relazione, ha cominciato ad assillarla con messaggi e telefonate nonché seguirla, minacciarla e appostarsi sotto la nuova abitazione per controllarne i movimenti.

A inizio settembre in una prima occasione, a seguito dell’ennesima violenta discussione con l’uomo, ha riportato delle lesioni mentre in una seconda circostanza ha scoperto che tutti i suoi vestiti erano stati tagliati per renderli inservibili. Il culmine lo ha però raggiunto la sera di sabato scorso quando, sotto l’effetto di alcolici, si è introdotto nell’abitazione in cui la ex compagna ha trovato riparo. L’uomo, probabilmente scavalcando la recinzione della dimora, è entrato in casa attraverso la porta non chiusa a chiave e ha aggredito la donna con diversi pugni dopo averla bloccata con la forza su un divano. La donna è riuscita a liberarsi, scappare in strada e chiedere aiuto, ma è stata raggiunta e trascinata con violenza dentro la casa. Una volta dentro l’abitazione, mentre la teneva ferma sul pavimento, l’ha minacciata di morte e con una mano ha aperto i cassetti della cucina alla ricerca di un coltello che fortunatamente non è riuscito a trovare anche per l’energica reazione della vittima e perché in quel frangente si erano avvicinati all’abitazione alcuni vicini attirati dalle grida di aiuto della donna.

L’uomo, capito che la situazione era per lui grave, è uscito dalla casa e, dopo avere scavalcato nuovamente la recinzione, si è dato alla fuga a piedi, ma qualcuno lo ha seguito e ha chiamato tempestivamente il 112. Le pattuglie della Stazione di Pandino e dell’Aliquota Radiomobile di Crema sono arrivate in brevissimo tempo e lo hanno bloccato, ricostruendo successivamente la serata di violenze nei confronti della ex compagna che, nel frattempo, è stata soccorsa dal personale sanitario e accompagnata all’ospedale di Crema per le cure. La serata di follia si è conclusa con l’arresto del 49enne per maltrattamenti e atti persecutori e l’uomo, in attesa della celebrazione del rito direttissimo, è stato accompagnato presso il carcere di Cremona.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400