Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

SCOMPARSO SUL MONTE CAIO

La caposala di Sergio Runci: "Tutto il reparto è in apprensione per le sue sorti"

Alessandra Chiozzini: "E' una persona bella e solare e manca tantissimo a tutti noi"

Pierluigi Cremona

Email:

pierluigi.cremona@virgilio.it

11 Agosto 2021 - 11:14

La caposala di Sergio Runci: "Tutto il reparto è in apprensione per le sue sorti"

Sergio Runci e Alessandra Chiozzini

CASALMAGGIORE (Vicomoscano) - "Sergio è una persona bella e solare e manca tantissimo a tutti noi, tutto il reparto è in apprensione per le sue sorti, speriamo si risolva tutto il prima possibile". A parlare è Alessandra Chiozzini, caposala del reparto Covid dell'ospedale di Viadana dove Sergio Runci, 38enne residente a Vicomoscano scomparso sabato sul monte Caio, lavora. "Ha iniziato a lavorare qui nel luglio 2018, il nostro prima era un reparto geriatrico, mentre da un anno e mezzo circa siamo reparto Covid, unico rimasto fuori dagli ospedali. Insieme abbiamo condiviso anche questo durissimo periodo".

Chiozzini, come Runci, ha la passione per la montagna e frequenta spesso la zona dov'è scomparso. "Sono andata a Corniglio e ho visto che la macchina dei soccorsi è a pieno regime, stanno facendo tutto il possibile per ritrovarlo".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400