Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

LE RICERCHE SUL MONTE CAIO

Nessuna traccia di Sergio Runci, ora tocca ai cani molecolari

L'ultimo avvistamento risale a sabato pomeriggio: per familiari e amici sono ore di apprensione

Pierluigi Cremona

Email:

pierluigi.cremona@virgilio.it

10 Agosto 2021 - 21:14

Nessuna traccia di Sergio Runci, ora tocca ai cani molecolari

VICOMOSCANO - Anche le ricerche di oggi, martedì 10 agosto, non hanno portato sostanziali novità nella vicenda di Sergio Runci, scomparso sabato in alta Val Parma, nei pressi del Monte Caio. Secondo una testimonianza, il 38enne residente a Vicomoscano è stato visto sabato pomeriggio. Le ricerche proseguono in forma ridotta anche nella notte e in maniera più massiccia domani, quando i famigliari sperano che intervengano anche i cani molecolari.

Ci sono la mamma, le due sorelle e la fidanzata sabbionetana Barbara Benassi a Corniglio a seguire da vicino le ricerche di Sergio. Anche gli amici di Casalmaggiore e i colleghi di lavoro di Viadana seguono con apprensione la vicenda, cercando di avere più aggiornamenti possibili. «Sergio – racconta un parente – aveva vissuto a Reggio Emilia fino a fine anno, ma poi da gennaio si era trasferito a Casalmaggiore. Si è avvicinato perché lavorava a Viadana e perché con la fidanzata Barbara ha in programma di andare a convivere per poi sposarsi. Si sono proprio conosciuti in ospedale a Viadana, colleghi di lavoro e coppia nella vita di tutti i giorni. I monti reggiani e parmensi sono zone che lui conosce bene, non è uno sprovveduto e va in montagna spesso da solo, a volte si porta anche una piccola tenda e passa la notte all’aperto, ma sempre se le condizioni di sicurezza lo permettevano».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400