Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMA: L'ESTATE DI CANTIERI

Piazza Terni cambia volto. E intanto arrivano i «dossi»

Oggi via Indipendenza divisa in due per gli interventi sulla rete del metano, modifiche alla viabilità

Stefano Sagrestano

Email:

stefano.sagrestano@gmail.com

05 Luglio 2021 - 08:31

Piazza Terni cambia volto. E intanto arrivano i «dossi»

CREMA - Un’estate di cantieri, con inevitabili disagi. Oggi sono in programma i lavori alla rete del gas metano: il tratto di via Indipendenza, compreso tra l’incrocio con via Treviglio e quello con via Meneghezzi, sarà chiuso al traffico sino alle 18. Programmate deviazioni obbligatorie: provenendo dalla rotonda del cimitero in direzione piscine, si dovrà svoltare a destra in via Curtatone Montanara poi proseguire lungo le vie Martiri di Belfiore, Treviglio e De Marchi, per rientrare in via Indipendenza da via Boldori. Per i veicoli provenienti da via Gaeta con direzione via Milano: svolta a sinistra in via Treviglio, poi Martiri di Belfiore, Curtatone Montanara e rientro in via Indipendenza. Garantito, invece il passaggio per ciclisti e pedoni. Nel frattempo, il Comune ha dato il via in questi giorni ad una doppia operazione voluta dall’assessorato ai Lavori pubblici guidato da Fabio Bergamaschi.

Innanzitutto, la completa riqualificazione di piazza Terni de’ Gregory, in pieno centro storico, cuore della cittadella della cultura

L’intervento abbatte ovviamente anche le barriere architettoniche

che comprende Museo civico, ex convento di Sant’Agostino e sale Agello. «Si rinuncia a molto dell’acciottolato esistente — spiega l’assessore — a favore di percorsi in pietra più facilmente praticabili a piedi o in bici, evitando così cadute. L’intervento abbatte ovviamente anche le barriere architettoniche». Seconda operazione, quella dell’installazione dei dossi rallentatori in prossimità di attraversamenti pedonali e ciclabili. Ne sono stati posati cinque, altrettanti sono in arrivo.

Tornando a piazza Terni de Gregory, l’investimento è da 86 mila euro e dell’opera si occupa l’impresa Fratus pavimentazioni di Palosco (Bergamo). Oltre a ridurre e in parte rifare la pavimentazione in acciottolato, sarà inserita una fascia perimetrale in lastre di pietra grigia con una superficie uniforme, dunque senza le cosiddette fughe, in modo che le ruote delle biciclette, ma anche delle carrozzine non rischino di rimanervi incastrate. Sul lato del museo questa pavimentazione si allargherà, inglobando dunque le piante presenti nei grandi vasi. Previsto anche un attraversamento pavimentato a lastre per raggiungere e collegare i parcheggi riservati alle auto. Questo percorso raggiungerà la vicina area di sosta di via Dante, davanti alla scuola Manziana. L’acciottolato non sparirà del tutto: ne rimarrà un’ampia porzione nel centro della piazzetta. I lavori proseguiranno per tutto il mese.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400