Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

SONCINO

La storia del borgo legata a doppio filo alla vita di Napoleone Bonaparte

A 200 anni dalla morte dell'imperatore francese, una mostra verrà inaugurata il 30 dicembre alle 17 presso la Sala Giunta del Comune

Andrea Arco

Email:

andreaarco23@gmail.com

29 Dicembre 2021 - 15:02

SONCINO - Che la storia del borgo sia legata al più grande genio della storia, Leonardo Da Vinci, è cosa ormai arcinota, tant’è che esiste addirittura un’associazione omonima a testimoniarlo. Quello che in pochi sanno, invece, è che la cittadina murata è legata a doppio filo anche alla vita del più grande generale e conquistatore dell’epoca moderna: Napoleone Bonaparte. Raccontarlo a tutta Italia è l’arduo ma bellissimo compito che spetta all’archivista storica del municipio, Ilaria Fiori, e all’ufficio culturale diretto da Roberta Tosetti.

Per farlo il palazzo del Comune e il suo archivio apriranno le porte a tutti fino alla primavera per la prima volta in assoluto. I turisti e i soncinesi potranno così ammirare i veri documenti firmati di proprio pugno dal leggendario comandante della Grande Armée. Chi vorrà potrà anche avere una versione ‘tascabile’ dell’archivio in regalo. Per tutti i residenti è gratis.

IL PROGETTO STORICO

Domani (giovedì 30 dicembre) alle 17 parte il maxi evento archeo-artistico Tracce Tre: «Si tratta – racconta la responsabile delle Cultura Tosetti – di un progetto storico di rivalutazione del patrimonio contenuto nell’archivio del Comune di Soncino. Dalla micro storia, la storia locale, per poi allargare il tiro e puntare alla macro storia. Due destini che si incrociano inevitabilmente. Domani apre la expo dedicata ai tesori che l’archivio comunale custodisce per quanto riguarda la figura di Napoleone. Ci sorprenderà la dottoressa Fiori, che da anni collabora con il comparto Cultura e ha realizzato progetti importanti per la rivalutazione della storia locale. Si ricordano infatti Tracce 1 dedicata ai più importanti documenti contenuti nell’archivio; Tracce 2 dedicato alla celebrazione dei cento anni della fine della Prima Guerra Mondiale, e ora con questo nuovo progetto si investigherà sulla figura del Bonaparte. Mai come ora la mostra è sul pezzo. Duecento anni dopo la morte dell’ultimo imperatore che la Storia ricorda si carpiranno i segreti che celano il passaggio del Generale da Soncino. Il progetto, oltre che dal Comune è stato finanziato dalla Regione Lombardia per settemila euro».

IL CATALOGO

A latere della expo, che si snoderà nella splendida sala Giunta, vi sarà anche il catalogo. Un vero gioiello che Ilaria Fiori ha curato personalmente contenente ogni passaggio della stessa, curiosità e misteri di Bonaparte. L’archivio storico sarà aperto fino al 27 marzo del 2022 negli orari d’ufficio del municipio e nel rispetto delle norme anticovid. Il catalogo invece sarà a disposizione della cittadinanza e di chi ne farà richiesta, gratuitamente, presso gli uffici del settore Cultura.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400