Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMONA

Medea, Cento passi: corsa ed emozioni nel cuore della città

Dopo due anni torna l’appuntamento nel segno della solidarietà

Lucilla Granata

Email:

redazione@laprovinciacr.it

22 Maggio 2022 - 18:14

CREMONA - Dopo due anni difficili di stop, a causa della pandemia, è tornata la manifestazione «Cento passi insieme», giunta alla diciassettesima edizione. Al centro del programma, una camminata organizzata per sostenere il coraggio di chi vive il percorso oncologico, ma a corollario, una serie di iniziative. Piazza del Comune si è animata di stand dalla mattina, mentre sul palco si sono succeduti tanti protagonisti della giornata, accompagnati dalla Junior band, la banda di Scandolara Ripa d’Oglio.

Ad aprire la serie di interventi sul palco è stato l’assessore allo Sport del Comune, Luca Zanacchi «Sono con voi oggi, come lo sono stato qualche giorno fa quando si è trattato di sperimentare il dragon boat. Questa è una città particolarmente sportiva e c’è grande solidarietà per Medea e per tutte le attività che svolge, con le società sportive che la supportano». È poi intervenuta Paola Mosa, direttore socio sanitario di Asst. «La direzione strategica di Asst porta un grande grazie al dottor Passalacqua per l’attività e la tenacia che ha sempre dimostrato» – ha detto – «ma non è finita. Ci stiamo prendendo un impegno di collaborazione con lui per l’assistenza domiciliare dei malati che è stata interrotta per la pandemia, ma che oggi idealmente ricomincia».

A prendere la parola è stato poi il presidente della SanseBasket, Fabio Tambani: «Come ogni anno siamo qui a celebrare 15 anni di sodalizio con Medea. La nostra collaborazione ci arricchisce e ci consente di fare uno scambio esperienziale prezioso». L’intervento più atteso è stato quello il presidente di Medea, il medico Rodolfo Passalacqua: «Riprendiamo dopo due anni di stop in cui abbiamo avuto molti problemi e tante perdite, compreso il nostro amato presidente Donatello. Continuiamo a sostenere con forza la ricerca accanto al dottor Procopio. Ricerca che non si ferma e sarà estesa a tutti i reparti dell’ospedale, in modo da dare a tutti coloro che vogliono farla, un supporto strutturale. L’altro aspetto a cui teniamo molto è legato alla domiciliarità. Un percorso che abbiamo intrapreso prima della pandemia e adesso vogliamo riprendere con forza, perché ci sono terapie che non è necessario venire a fare in ospedale. Aumentano le disparità sociali, la povertà, le persone in difficoltà e quindi noi ci vogliamo mettere a disposizione».

A seguire, gli interventi delle responsabili delle varie attività. Da quella del gruppo di ginnastica leggera, a quella del dragon boat, passando per il programma della piccola biblioteca e dell’orto terapia. Non meno importante è la cura con gli animali di ‘una zampa per Medea’. Un progetto di pet terapy per portare gli animali in reparto e affiancare i malati. Con Nicoletta Mezzadri si è poi parlato dei progetti futuri delle Dee di Medea. «È partito tutto da una sfilata», ha detto la Mezzadri. «Oggi alcune dee non ci sono più, ma tutte ci hanno lasciato un insegnamento ed una eredità preziosa. Nel 2022 quindi tornerà il concerto gospel di Natale, alla sesta edizione, che anche quest’anno si terrà al teatro Ponchielli».

Uno spettacolo musicale pop è in programma poi per il 27 settembre al teatro Filodrammatici. Sul palco, mentre terminano gli interventi, arriva fischiettando il gruppo di podisti delle varie associazioni cremonesi, dalla Marathon, alla 3c, alla Cremona Corre, che ha percorso circa 10 chilometri di corsa, ideale staffetta per dare il cambio e simbolicamente il via, alla camminata di Medea.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400