Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

GRANDE FIUME DA CURARE

Ecco «RiPoPuliamolo», raccolti 400 chili di rifiuti

Un successo la prima uscita ufficiale del progetto lanciato dal canottiere Gregori. In azione 30 volontari, alcuni giunti da Firenze. Anche l’assessore Zanacchi all’opera

Email:

redazione@laprovinciacr.it

25 Gennaio 2022 - 15:40

CREMONA - La prima uscita ufficiale del progetto «RiPoPuliamolo» è stata un autentico successo con tanti partecipanti, più di trenta, e oltre 400 chili di rifiuti raccolti sulle sponde del Po. L’iniziativa lanciata dal canottiere bissolatino Gabriele Gregori, dopo aver attirato l’attenzione dei media locali e nazionali, si è concretizzata per la prima volta domenica con un’uscita organizzata a partecipazione libera che ha visto, tra gli altri, la presenza dell’assessore allo Sport Luca Zanacchi, sostenitore del progetto sin dal primo momento.

IL RITROVO

Alle 14.30, ha visto i partecipanti intrepidi nonostante freddo e nebbia ascoltare attentamente le disposizioni di Gregori sia in tema di sicurezza che di mappatura delle zone da ripulire dopo i sopralluoghi effettuati. Decisi gli equipaggi, con volontari del circondario cremonese e piacentino ma arrivati anche da Firenze in motoscafo dopo un viaggio iniziato alle 9 di mattino e terminato la sera con pernottamento in tenda sulle sponde del Po, la truppa ha solcato le acque del Grande Fiume per raggiungere le sponde prescelte per l’opera di pulizia. Dopo l’attracco, oltre tre ore di attenta e certosina ricerca che ha fruttato il ritrovamento di molti copertoni di mezzi sia agricoli che industriali, non sempre facili da disseppellire e caricare sulle imbarcazioni e addirittura il portellone di un camion. Una volta terminate le operazioni di ricerca e raccolta, la preziosa «refurtiva» è stata trasportata nei cassonetti messi a disposizione da Linea Gestioni che si è occupata poi del recupero e del definitivo smaltimento.

PROGETTO ENTUSIASMANTE

«Sono davvero contento – ha commentato il promotore del progetto, Gabriele Gregori – la partecipazione di tutti questi ragazzi, venuti anche da lontano per sostenere il progetto mi ha davvero entusiasmato, non me l’aspettavo. La raccolta è stata davvero importante, oltre 400 chili. Meno plastica rispetto ad altre uscite che avevo fatto con amici o in solitaria e più copertoni a testimonianza del fatto che l’opera di raccolta, ma soprattutto di sensibilizzazione, è fondamentale. Ora stiamo già pensando di organizzare altre uscite e ci sono molte iniziative correlate a questo progetto che spero di poter portare avanti in sinergia con i rappresentanti dell’amministrazione e con chi vorrà sostenere il progetto».

PRIMA DI UNA LUNGA SERIE

La giornata, che si annuncia dunque essere la prima di una lunga serie, è scivolata via tra fatica, divertimento e, soprattutto, un’opera fondamentale per la salvaguardia dell’ambiente fluviale. Alle 18, sul lungo Po avvolto dal buio e dalla nebbia, il rompete le righe o meglio l’arrivederci alla prossima. In calendario c’è già un’uscita fissata per il 20 febbraio ma, soprattutto, c’è una riunione prevista il 27 gennaio nella quale Gregori sarà ricevuto dal vicesindaco Andrea Virgilio e dall’assessore Maurizio Manzi oltre che da Zanacchi, per illustrare e programmare nello specifico altre iniziative di pulizia e ripopolamento del Po. L’obiettivo immediato potrebbe essere quello di dare una calendarizzazione già definitiva ad altre uscite provando anche a dar forma a un progetto che coinvolga le scuole sia con un’opera di sensibilizzazione al tema dei rifiuti che di scoperta del patrimonio rappresentato proprio dal Grande Fiume. Idee e progetti sui quali discutere non mancano con l’obiettivo, come dice l’hashtag #RiPoPuliamolo, di ripulire il Po e di renderlo ancor più fruibile per gli utenti.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • rugginesana

    25 Gennaio 2022 - 18:24

    Bravi ragazzi , bravissimi.

    Report

    Rispondi