Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMONA

«il BonTà»: ricette e testimonianze della tradizione cremonese

Domenica due incontri: verrà presentata una piccola antologia che raccoglie poesie, pagine di cultura del cibo, invito alla tavola come civiltà e il Festival della mostarda

Cinzia Franciò

Email:

cfrancio@laprovinciacr.it

30 Ottobre 2021 - 16:43

CREMONA - Il Salone il Bontà 2021 è entrato nel vivo. L'eccellenza enogastronomica dei prodotti tipici dei territori - unita all’educazione alimentare e alle nuove esigenze del mercato - incontra l’interesse dei consumatori e degli operatori del settore.

GLI EVENTI DI DOMENICA 31

Ore 16.00 - Area Eventi CremonaFiere

"Il bosco e il sottobosco. Castagne, funghi, tartufi, frutti di bosco nella cucina della tradizione cremonese”.

Presentazione del quaderno della Delegazione di Cremona dell’Accademia Italiana della Cucina (AIC) e il volume dell’AIC relativo alla cucina tradizionale regionale italiana.

L'incontro è organizzato dall’Accademia Italiana della Cucina in collaborazione con la Camera di Commercio di Cremona e l’Associazione della Strada del Gusto Cremonese.

Intervengono Carla Bertinelli Spotti, curatrice della ricerca nel Cremonese, Valerio Ferrari, autore di un significativo contributo, Milena Fantini e il Delegato di Cremona dell’Accademia Italiana della Cucina, Marco Petecchi.

Argomento di non facile trattazione dato che da tempo immemorabile i boschi non ci sono più, le boschine sopravvivono ancora lungo le rive del Po, i prodotti si limitano ai funghi, a qualche erba mangereccia, a more di rovo e di gelso. Non sono mai mancate le castagne (arrivate dalla Bergamasca o dal Parmense) per fornire ai cremonesi mundui, biligot, patùna e caldarroste di cui sono golosi consumatori.

Insieme alle ricette, parte dominante della ricerca, sono state raccolte testimonianze sulle tradizioni contadine, aspetti di vita famigliare, momenti conviviali. Non mancano proverbi, modi di dire, termini dialettali che vivacizzano la parlata locale. Una piccola antologia raccoglie poesie, pagine di cultura del cibo, invito alla tavola come civiltà e dunque come arte di apprezzare i cibi e di raffinare il gusto insieme a descrizioni toccanti che ci ricordano paesaggi padani, macchie incolte, boschine, lanche, bodri, luoghi di avventure di caccia e di pesca.

Ore 17.00 - Area Eventi CremonaFiere

Festival della Mostarda, "La mostarda, un cibo culturale", con Gian Carlo Corada, Roberto Fiorentini e Carla Bertinelli Spotti.

Organizzato dalla Camera di Commercio di Cremona, in collaborazione con l’Associazione Strada del Gusto Cremonese, con il contributo di Regione Lombardia e con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Cremona.

Il tema Festival è “La mostarda, un cibo culturale”. Il Festival della Mostarda 2021 è un evento digitale e diffuso che promuove un turismo sostenibile. Un programma ricco di contenuti coinvolgerà il pubblico sia online che offline. La finalità del progetto è quella di riconoscere nella mostarda un elemento culturale capace di unire, informare, educare e generare un circolo virtuoso per il territorio e per il settore produttivo.

Si parlerà anche di mostarda e musica con Roberto Fiorentini: “Esiste una sconfinata letteratura che tratta del rapporto tra cibo e musica nel corso dell’Umanesimo e del Rinascimento Italiano. Piatti, ricette e ingredienti abbinati a musiche, balli e canti si materializzano in lettere, cronache del tempo, trattati di cucina e perfino in resoconti ‘politici’. Luogo simbolo di questa osmosi la dimora del ‘Principe’ e la sua tavola”.

Si tratterà il tema della Mostarda come cibo filosofico con Giancarlo Corada: “Grazie alla senape che pizzica, in dialetto la senàavra, fa parte di quei prodotti come il vino e il caffè che rendono vivaci e intelligenti, combattendo la noia”.

Carla Spotti ci parlerà di come la mostarda si sia fatta strada nel mondo, dalle tavole di Anversa del 1600 ad oggi. L’apprezzano Giuseppe Verdi, Giuseppe Garibaldi….Gianni Brera, Ugo Tognazzi, tanto per fare qualche nome.

FOTOGALLERY: FOTOLIVE/PAOLO CISI

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400