Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

ASST CREMONA

Al Pronto Soccorso nuova sala polifunzionale: dono di «Siamo Noi»

Grazie a una raccolta fondi fra i volontari e i cittadini cremonesi. Si tratta di un ambiente versatile, moderno e tecnologico dedicato agli operatori sanitari per riunioni, formazione e momenti di confronto

La Provincia Redazione

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

25 Ottobre 2021 - 16:51

CREMONA - È stata presentata oggi pomeriggio la nuova sala polifunzionale del Pronto Soccorso di Cremona, realizzata dall’Associazione Siamo Noi grazie al sostegno dei cittadini.

Un ambiente confortevole, moderno e tecnologicamente attrezzato per ospitare gli operatori sanitari in momenti di formazione e confronto.

Alla presentazione sono intervenuti per l’Asst Cremona Giuseppe Rossi (Direttore Generale), Rosario Canino (Direttore Sanitario), Francesca Maria Co’ (Direttore del Pronto Soccorso Aziendale), Enrico Storti (Direttore di dipartimento DEA), Federica Pezzetti (Direzione Medica Cremona), Lia A Beccara (Responsabile del Pronto Soccorso di Cremona), Giampietro Morstabilini (per il direttore del DAPS), Scilla Pagni (RAD del dipartimento DEA), Amedeo Bonazzoli (Coordinatore Pronto Soccorso), Rosario Oddo (Coordinatore Medicina d’Urgenza).

Per Siamo Noi Onlus hanno presenziato il presidente Claudio Bodini, i vicepresidenti Roberto Balzarini e Federico Zamboni e i consiglieri dell’associazione Enrica Parmigiani, Carla Bianchi, Mirco Poli, Paola Pegorini, Michela Cottarelli e Marina Vecchia. Fra gli invitati anche l’architetto Martina Ivaldi di In2studio, che si è occupata dell’arredamento della sala. Don Marco Genzini, cappellano dell’ospedale, era presente per la benedizione del locale.


GLI INTERVENTI. «Siamo orgogliosi e soddisfatti che l’Associazione Siamo Noi fra pochi giorni sarà di nuovo in Pronto Soccorso dopo 20 mesi di stop a causa della pandemia. Questa donazione, complementare alla riorganizzazione che negli ultimi anni ha interessato il Pronto Soccorso di Cremona, va ad arricchire gli spazi destinati ai professionisti sanitari, e conferma la proficua collaborazione tra l’Ospedale di Cremona e l’Associazione», dichiara Giuseppe Rossi (Direttore Generale ASST di Cremona). «Siamo profondamente grati a questa ONLUS, che dimostra ancora una volta il suo impegno nel sostenere gli operatori impegnati nell’emergenza e i cittadini. Ricordo, infatti, che in tutti questi mesi, i volontari di SiamoNoi, vista l’impossibilità di poter prestare servizio in ospedale, hanno dedicato il loro tempo all’accoglienza dei cittadini prima presso l’Hub Vaccinale Covid-19 CremonaFiere, e ora presso l’Hub Sapiens», sottolinea Rossi.

«Sono ormai otto anni che la nostra Associazione collabora con il reparto di Pronto Soccorso dell’ospedale. Grazie alla stretta vicinanza con gli operatori, è emersa col tempo la necessità di realizzare un ambiente dedicato alla formazione e alle riunioni», afferma Claudio Bodini (Presidente Associazione Siamo noi).

«È nata così l’idea di lanciare una raccolta fondi fra i volontari e i cittadini cremonesi, e la loro generosità ha permesso di realizzare in pochissimo tempo questa sala. Ringrazio per questo l’architetto Martina Ivaldi di “in2studio”, CremonaUfficio e tutti coloro che hanno collaborato alla sua realizzazione. Un altro dono della città al nostro ospedale», prosegue soddisfatto Bodini.

«L’altra buona notizia è il ritorno, dal prossimo mese, dei nostri volontari in Pronto Soccorso per riprendere a dare supporto quotidiano a pazienti e familiari, dopo la forzata pausa dovuta all’emergenza sanitaria », conclude Bodini.

«La sala polifunzionale rappresenta un ambiente riconfigurabile a seconda del tipo di utilizzo (sala riunione, presentazione video, corso di formazione, momento break ecc.). La sua peculiarità è che è arredata in modo che possa adattarsi in modo pratico e veloce alle esigenze», spiega Francesca Co’ (Direttore Pronto Soccorso Aziendale). «La polivalenza e la versatilità degli arredi, come i tavoli suddivisi in 4 unità modulari da comporre a seconda delle necessità, le sedute impilabili facili da riporre, la cucina a scomparsa e il monitor interattivo multifunzione, sono tutti elementi che aiuteranno gli operatori a vivere i momenti d’incontro in modo dinamico, flessibile e pratico. Ovviamente sempre nel rispetto delle normative anti Covid-19», specifica la dottoressa Co’.


PRONTO SOCCORSO. INDICAZIONI UTILI AI CITTADINI

SI ACCEDE DIRETTAMENTE ALLA SALA EMERGENZE (SENZA PASSARE DAL PRE-TRIAGE ESTERNO)

È possibile accedere al Pronto Soccorso di Cremona seguendo il percorso della linea rossa. All’interno della sala d’attesa è necessario mantenere le norme di sicurezza anti Covid-19.

Al momento del triage, il cittadino verrà sottoposto ad un questionario anamnestico per comprendere lo stato di salute rispetto al virus Covid-19. In caso di sospetta infezione, verrà invitato dal personale addetto a sostare in un’area isolata dove verrà sottoposto a tampone rapido. Il cittadino dovrà permanere all’interno di tale area sino al riscontro dell’esito negativo del test comunicato dagli operatori sanitari.

GLI ACCOMPAGNATORI NON SONO AMMESSI, UNICA ECCEZIONE PER I PAZIENTI FRAGILI

Solo per le persone fragili (ad esempio con decadimento cognitivo o disabilità) è prevista la presenza di un accompagnatore, il quale verrà sottoposto a tampone rapito.

PER FAR VISITA A UN MALATO RICOVERATO IN MEDICINA D’URGENZA

Tutti i giorni, 12.30-13.30 e 18-20 muniti di green pass.

La durata della visita è di 30 minuti ed è consentito un visitatore alla volta per degente. Si ricorda che non è consentito l’accesso ai minori di 12 anni.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400