Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

MOBILITA': RISPETTO DELLE REGOLE

Safety Days, alunni di Cremona a lezione per arginare le insidie del traffico

Strade sicure, al parco Sartori Fiab e Polstrada in campo per 150 giovani

Massimo Schettino

Email:

mschettino@laprovinciacr.it

25 Settembre 2021 - 10:34

CREMONA - Polizia stradale e Fiab insieme in prima linea ieri al parco Sartori per una speciale mattinata di lezioni di

Credo che possiamo pensare al futuro solo se pensiamo ai giovani

sicurezza stradale che ha coinvolto una novantina di alunni delle elementari Monteverdi e Bissolati e una sessantina di studenti di Ghisleri e Cr Forma. Per l’occasione è stato anche utilizzato, per la prima volta, il nuovo circuito attrezzato per l’educazione stradale dedicato ai ciclisti del domani. Proposto da Fiab e Lions e completato grazie ai fondi raccolti con la grande mobilitazione dei club cittadini, il circuito, battezzato «Strada facendo», sarà inaugurato il 10 ottobre in occasione del prossimo Bimbimbici. «È un’iniziativa — ha sottolineato il questore, Carla Melloni — di un’importanza infinita. Credo che possiamo pensare al futuro solo se pensiamo ai giovani. Abbiamo il dovere morale di lavorare con loro perché la loro vita sia sicura». E da parte dei bambini e dei ragazzi più grandi la risposta è stata positiva: si sono messi in fila ordinatamente alle varie postazioni allestite sul campetto da basket intitolato a Roberto Telli e hanno preso parte con attenzione e interesse alle varie attività. A tal punto ha fatto centro l’iniziativa che verrà ripetuta a breve, su sollecitazione del questore. «Da parte nostra — ha spiegato l’assessore alla Mobilità sostenibile, Simona Pasquali — c’è la massima disponibilità e ci rimettiamo a disposizione per questa bellissima iniziativa. L’educazione stradale è indispensabile per la sicurezza e voglio ringraziare Fiab, Polizia stradale e Lions ».


Sette le postazioni allestite. Bambini e ragazzi hanno potuto cavalcare un simulatore di moto per rendersi conto in sicurezza di come sia guidare questo mezzo in mezzo alle insidie del traffico. Poi hanno assistito ad un video emozionale, hanno visto il funzionamento del Top crash, un apparecchio in grado di produrre la planimetria di un sinistro in tempo reale, hanno quindi indossato un visore per la realtà virtuale camminando su un tappeto speciale potendo così fare l’esperienza vissuta delle condizioni psicofisiche di chi ha abusato dell’alcol o assunto droghe. Infine tutti hanno potuto provare il nuovo circuito. Accompagnati da agenti ciclisti della Polstrada e istruiti dal presidente della Fiab cremonese Piercarlo Bertolotti, bambini e ragazzi si sono impratichiti con incroci e segnaletica orizzontale e verticale, donata dal Comune tramite Aem e dal municipio di Pieve d’Olmi che ha fornito 12 cartelli di attraversamento pedonale. È previsto anche un semaforo, ma non è ancora stato installato. «L’abbiamo chiamato Strada facendo — spiega Bertolotti — perché è un percorso di crescita in cui non spieghiamo solo l’educazione stradale, ma anche l’uso, la gestione e la manutenzione della bicicletta». Ad accogliere le quarte e le quinte di Bissolati e Monteverdi, la 3ª Meccanici del Cr Forrma e la quarte B e C Rim del Ghisleri c’era la vicequestore Mirella Pontiggia, in sostituzione della comandante Federica Deledda, impegnata a Budapest nel risvolto europeo dell’iniziativa. La giornata, infatti, rientra nella campagna europea di sicurezza stradale ‘Safety Days’ promossa da Roadpol (European Roads Policing Network).

FOTO: FOTOLIVE/PAOLO SANTE CISI

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400